IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini
Dirigenti della Polisportiva Santo Stefano aggrediti sugli spalti a fine partita
Anziano morto abbandonato sul marciapiede, arrestata la convivente
Svaligiata una boutique a Mercogliano, rubati 600 capi
Distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune, condannato operatore ecologico
Violenza sessuale e stalking nei confronti di una dipendente, arrestato datore di lavoro
Incendio in autostrada, va a fuoco un'auto mentre è in marcia. Paura per due giovani
Anziani rinchiusi nella tavernetta mentre i ladri svaligiano la casa

 

Arriva in campania il 118 veterinario

Cani

(Cani)
(Foto: Irpiniareport)

Nasce il 118 veterinario. Una legge che dirà chi fa cosa, individuerà responsabilità degli enti, delle asl, dei proprietari. Non solo, una legge che prevedrà anche un archivio regionale dei cani e un numero verde che consentirà di accedere ad un pronto soccorso veterinario. Mirano a questo le disposizioni approvate dalla Regione Campania, e contenute nella legge numero 3. Nei prossimi mesi si entrerà nel vivo. Ad esempio a partire dal primo gennaio quasi sicuramente entrerà in funzione il numero verde, una sorta di '118 veterinario' che farà capo all'Asl Napoli 1. Ci sarà poi l'archivio regionale, previsti massicci programmi di sterilizzazione. E poi la prevenzione del randagismo. Precisi i ruoli anche dell'Asl: quando sarà individuato un cane randagio, prima ancora di entrare in canile o affidato ad una famiglia adottiva, sarà 'trattato' dall'ASl per tutte le eventuali patologie o necessità. Tra le novità ci sono corsi obbligatori per i proprietari di animali pericolosi e anche il registro rumori per gli animali. (Da Ansa)

Condividi