IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Pedone investito a Monteforte da un'auto pirata, è grave in ospedale
Maltempo in Irpinia, la situazione a Monteforte
Rissa nell'area industriale di Flumeri, denunciati 5 imprenditori
Covid-19, aumentano i casi a Cervinara
Cani legati e maltrattati, nei guai un pastore
Atripalda, inaugurata la mostra "La Dogana nella dogana"
Mercogliano, si aggirava intorno a un negozio con ascia e roncola. Fermato 40enne
Furto al supermercato di Monteforte, denunciata una 50enne
Furto all'istituto Amabile di Avellino, s'indaga
I militari della Caserma Berardi in gara per la solidarietà: successo ad Avellino per la staffetta nazionale "Una squadra per la ricerca"

 

Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market

Corso Vittorio Emanuele

(Corso Vittorio Emanuele)
(Foto: Carmine Bellabona)

Il sindaco di Avellino Gianluca Festa inasprisce i divieti con apposita ordinanza emanata per arginare i fenomeni assembramenti, covid e abuso di alcolici. Stop alla vendita di alcol nei market dopo le 21, obbligo al monouso con divieto di abbandono e richiamo agli esercenti per il rispetto del distanziamento

Il sindaco di Avellino ha firmato un’ordinanza, che resterà in vigore fino al 7 settembre, con cui di venerdì, sabato e domenica, stabilisce

  • il divieto a partire dalle 21 della vendita di alcol da asporto presso i negozi di media e grande distribuzione;
  • l’obbligo a partire dalle 19 della vendita per asporto di qualsiasi bevanda, alcolica e non, attraverso contenitori monouso;
  • il divieto di uso e abbandono di contenitori vuoti, lattine e bottiglie in aree pubbliche;
  • l’obbligo per i titolari di esercizi di somministrazione di garantire le regole del distanziamento sociale in aree pubbliche e il rispetto dei limiti di chiusura già stabiliti per le attività.

Nell’ordinanza, il Comune di Avellino richiama le normative regionali e nazionali secondo cui: vige il divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche dopo le 22 e dalle 22 alle 6 ; vige il divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nella aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi comprese ville e parchi comunali.

L’ordinanza, si legge nelle motivazioni, si è resa necessaria per evitare assembramenti lungo Corso Vittorio Emanuele, Viale Italia, Via De Concilii e contrastare episodi di abuso di alcol. Previste sanzioni da 400 a 1000 euro e per le attività sospensioni da 5 giorni ad un mese. Ai vigili urbani e alle forze dell’ordine il compito di far rispettare il provvedimento

Condividi