IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, bomba al Vescovado: tre feriti. Fermato un uomo
Avellino, sorpresi in auto con diversi alcolici e birre di dubbia provenienza. Fermati in tre
Crisi rifiuti, chiusura impianti del Nord per la frazione organica
In giro con coltello e tirapugni, nei guai 25enne
Come non perdersi in montagna, i consigli utili dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino
Muore schiacciato da un furgone, tragedia nella notte
Spacciava droga a giovani e clienti, arrestato barbiere
Sversava nel fiume Sabato scarichi industriale, denunciato imprenditore
Aggressione al carcere di Bellizzi, detenuti in ospedale
Nascondeva la droga nella playstation, nei guai 50enne

 

Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”

Un autobus

(Un autobus)
(Foto: Irpiniareport)

La Provincia di Avellino, attraverso il Settore Ambiente e Viabilità, ha inviato una nota all’azienda Di Maio Tpl Srl di Calitri, a seguito della richiesta di un gruppo di cittadini che fruisce della corsa del bus Calitri-Avellino delle ore 5,45 con arrivo alle 7,35, con la quale si chiede di intervenire rispetto alla decisione dell’azienda di sospendere tale corsa nel periodo compreso dal 5 al 31 agosto. Una scelta che determina non pochi disagi per l’utenza dell’Alta Irpinia. Pertanto, l’Amministrazione provinciale invita l’azienda Di Maio Tpl Srl di Calitri a desistere dalla manifestata volontà di sospensione del servizio, ripristinando la corsa così come usualmente effettuata, al fine di evitare disagi ai viaggiatori. Nella lettera all’azienda, il Settore Ambiente e Viabilità rimarca che l’organizzazione del trasporto pubblico locale è regolata da rigide norme, oltre che dall’obbligazione contrattuale assunta con la Provincia. Ogni variazione al programma di esercizio, anche se motivata, va autorizzata dall’Ente. Le ditte affidatarie del servizio di trasporto pubblico locale sono tenute a comunicare con congruo anticipo anche le variazioni al programma delle corse che non godono del beneficio contributivo dando tempo di effettuare, se possibile, correttivi al piano. L’Amministrazione Provinciale resta in attesa di un sollecito e positivo riscontro alla nota, anche in relazione a colloqui intercorsi con l’azienda stessa.

Condividi