IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Mercogliano, accoltella il marito durante una lite
Sorpresi con droga e siringhe in auto, nei guai 5 giovani
Torna ad Avellino l'appuntamento con la "Festa della Zeppola"
Falso corriere truffa un anziano di Monteforte sottraendogli 1550 euro
Fiamme al treno alla stazione ferroviaria di Altavilla Irpina. Paura per i passeggeri
Rally Città di Formia, exploit degli irpini Iannaccone-Di Iasi
Muratore 56enne ritrovato cadavere in un container
Avellino, schianto dinanzi alla chiesa di San Ciro. Un ferito
Avellino, è morta la dottoressa del 118 investita a piazza Kennedy
Droga sotto alla mangiatoia dei muli, in manette 38enne

 

Cesinali diventa paese cardioprotetto, installate le postazioni salvavita

Il Comune di Cesinali

(Il Comune di Cesinali)
(Foto: Irpiniareport)

Sono state inaugurate ieri pomeriggio a Cesinali le postazione salvavita completa di defibrillatore presso il palazzo del municipio. L’iniziativa è stata promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Aniello Tango, in collaborazione con la Misericordia di Chiusano San Domenico. Saranno due le postazioni di defibrillatore. Una posizionata sotto il portico della sede comunale in piazza Municipio e l’altra presso la palestra della scuola media “Enrico Cocchia”, da attivare a breve. “Dotare il Comune di postazioni salvavita è fondamentale per tutti e dà più sicurezza ai cittadini. Un’iniziativa a cui tenevo molto. Rappresenta un primo soccorso che chiunque potrà effettuare per salvare la vita ad una persona. Le postazioni al momento sono due. Ne posizioneremo un’altra presso la struttura sportiva Nocelleto - dice il primo cittadino - Metteremo a disposizione le stanze del Comune per svolgere corsi rivolti ai cittadini volontari che vorranno imparare ad usare il defibrillatore e a riconoscere le situazioni in cui ne serva l’utilizzo”, aggiunge Tango. "Comune Cardioprotetto" è un progetto di cardioprotezione che ha come obiettivo quello di combattere l’arresto cardiaco, creando una rete di soccorso tempestiva integrata con il 118 al fine di tutelare la vita e la salute di ogni persona presente sul territorio comunale.

Condividi