IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"
Precipita dall'ultimo piano, muore studentessa. Tragedia al campus di Fisciano
Open Day delle malattie della pelle, al Moscati visite dermatologiche gratuite
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica

 

Civitavecchia, l'esperto Gerardo Galasso relatore del convegno su prevenzione e sicurezza

L'intervento di Gerardo Galasso

(L'intervento di Gerardo Galasso)
(Foto: Irpiniareport)

Piani mirati di prevenzione nel porto di Civitavecchia “La collaborazione tra Enti, Imprese e Lavoratori per la condivisione di obiettivi e strumenti nelle attività di prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro” ha promosso un seminario di approfondimento proprio nella città costiera laziale. Tra i relatori e gli organizzatori, l’esperto irpino dottore Gerardo Galasso. Particolarmente apprezzata la sua relazione, sia dagli addetti ai lavori sia dagli organi di informazioni e dagli altri partecipanti. L’iniziativa è stata voluta dal Servizio Pre.S.A.L. della ASL Roma 4 nell’ambito della “Settimana Europea della Sicurezza”, che ha programmato l’evento. Un appuntamento che ha rappresenta un momento di condivisione dei risultati ottenuti dal progetto di ricerca BRIC ID 24/2016 “Salute e sicurezza dei lavoratori nelle aree portuali” che ha visto la ASL Roma 4 impegnata, con altri enti in piani mirati di prevenzione con la partecipazione attiva di imprese e lavoratori del porto di Civitavecchia. Questi gli obiettivi: rappresentare l’importanza delle attività di prevenzione svolte secondo la metodologia del piano mirato di prevenzione; rafforzare la rete di collaborazione già esistente tra enti, imprese e lavoratori e facilitare il coinvolgimento di altri soggetti istituzionali e/o di associazioni di categoria. Tra gli interventi istituzionali, quelli di Claudio Di Berardino - Assessore lavoro Regione Lazio – Presidente del Comitato regionale ex art. 7 D.Lgs. 81/08; Giuseppe Quintavalle - Direttore Generale ASL Roma4; Francesco Maria di Majo - Presidente di Autorità di Sistema Portuale; Vincenzo Leone - Direttore Marittimo del Lazio e Comandante del Porto di Civitavecchia; Ernesto Tedesco - Sindaco del Comune di Civitavecchia; Antonella Onofri - Direttore regionale INAIL Lazio Carmine Guarino - Direttore USMAF SASN Lazio Marche Umbria Abruzzo e Molise - Ministero Salute; Carmina Mancino - Capo Ispettorato Territoriale Roma—Ispettorato Nazionale Lavoro.

Condividi