IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Firmata l’ordinanza per la trasferenza della frazione organica dei rifiuti presso lo Stir
Bicentenario di De Sanctis, a Palazzo Caracciolo la presentazione delle iniziative
Al giornalista Aldo Balestra il Premio Carlo Nazzaro
Parcheggio multipiano del "Moscati", sosta gratuita fino al 15 gennaio
Nell'auto di lusso con mazze da baseball e coltelli, nei guai 55enne
Furto di giocattoli al centro commerciale, denunciate 3 persone
Al via i Mercatini di Natale: luci, suoni e divertimento nel centro storico di Aiello
Consorzio di Tutela dei Vini d'Irpinia, tutto pronto per l'evento "Libiamo ne' lieti calici"
Presentazione del libro di Rosanna Gambone, la nota dell'assessore Preziosi
La storia straordinaria di una donna con un cuore grande: ad Aiello presentato il libro di Rosanna Gambone

 

Consorzio dei Vini d’Irpinia, ufficiale il riconoscimento ministeriale

Vino

(Vino)
(Foto: Irpiniareport)

E’ ufficiale il riconoscimento ministeriale della tutela per il Consorzio dei Vini d’Irpinia. L’atteso annuncio è arrivato a Montemarano, nel corso di un convegno organizzato a Palazzo Castello nell’ambito dell’evento “Salotto dei vini buoni: dall’Aglianico al Taurasi”, che ha visto la partecipazione del dirigente ministeriale Luigi Polizzi, firmatario del decreto n.69830 del 27 settembre 2017. Polizzi, riferimento per le politiche della qualità e dei consorzi di tutela per tutte le filiere agroalimentare, ha rimarcato l’importanza del traguardo raggiunto dall’Irpinia, augurando ai tanti produttori presenti all’incontro un impegno forte e condiviso per un’ulteriore crescita del settore in Campania e a livello nazionale. Il decreto attribuisce all’ente, guidato dal presidente Stefano Di Marzo, l’incarico di svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore “erga omnes” per le quattro denominazioni tutelate, e cioè Fiano di Avellino DOCG, Greco di Tufo DOCG, Taurasi DOCG e Irpinia DOC. Il via libera è destinato ad esaltare ulteriormente la qualità delle produzioni irpine ed il ruolo di riferimento sul territorio del Consorzio che ha raggiunto il numero di 530 soci, superando di gran lunga i requisiti minimi di rappresentatività richiesti. Anche per questo il Ministero delle Politiche Agricole ha impresso una notevole accelerazione all’iter, consegnando all’Irpinia vitivinicola un attestato fondamentale per la crescita del settore anche sui mercati internazionali. Soddisfatto ed emozionato il presidente Di Marzo. “Il riconoscimento ministeriale è l’obiettivo di sempre, quello che ha guidato l’azione del consorzio fin dalla sua nascita e per tutti questi anni. E’ un traguardo che tagliamo idealmente insieme a tutta quella parte di provincia che vive di vino e investe ogni giorno in questo straordinario territorio”.

Condividi