IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scuola, il 1 febbraio tornano in classe gli studenti delle superiori
Covid-19, un decesso all'ospedale "Frangipane"
Appropriazione indebita di auto, 40enne atripaldese ricercato dalla Repubblica Ceca
"Popolarmente Accasati", al via la sit-com promossa dal Teatro d’Europa. Il casting ad aprile
Anziani 80enni dispersi a Montevergine, soccorsi dai vigili del fuoco
Carenze igienico sanitarie, chiusa un'azienda alimentare di Ospedaletto d’Alpinolo
Maltrattamenti ai familiari, arrestato 30enne
Traffico di sostanze dopanti, perquisizioni dei Nas ad Avellino
Covid-19, deceduta al Moscati una 73enne di Chiusano
Atripalda, va a fuoco la stufa a gas. Paura per due anziani coniugi

 

“Crociere in Irpinia”, il nuovo progetto di sviluppo turistico alla BIT di Milano

Crociere in Irpinia

(Crociere in Irpinia)
(Foto: Irpiniareport)

“Crociere in Irpinia”, il nuovo progetto di sviluppo turistico della marca territoriale dedicato al territorio della provincia di Avellino, arriva alla BIT di Milano dall’11 al 13 febbraio 2016. Il progetto, promosso dalla Casa Editrice VerdeNetwork e da un gruppo di aziende del territorio operanti in vari settori della promozione e valorizzazione turistica, sarà presente preso lo stand della Regione Campania che ha scelto di partecipare all’evento al fine di favorire la promo-commercializzazione turistica dei suoi territori in Italia. Il progetto “Crociere In Irpinia” ha lo scopo di porre all’attenzione di un pubblico selezionato di stakeholder un pacchetto di itinerari turistici tematici dedicati ai comuni della provincia di Avellino. Tali itinerari, in numero di otto, sono stati costruiti tenendo conto dei principali elementi caratterizzanti il territorio irpino: Fede, Castelli, Mestieri, Storia, Vino, Sapori, Feste, Natura. Ognuno di essi interessa diversi Comuni, i quali vengono messi in rete da una cabina di regia unica, avente l’obiettivo di presentare il territorio ai target potenzialmente interessati, favorendo al contempo la presa di coscienza delle potenzialità turistiche dell’area presso gli abitanti della stessa. L’offerta turistica della provincia, così articolata, ha il potenziale per assurgere a motore di sviluppo del territorio, divenendo punto focale delle attività sociali, economiche e culturali dello stesso. Oltre alla valorizzazione delle specificità dei singoli comuni compresi negli itinerari, il progetto prevede anche la promozione delle attività imprenditoriali operanti nel settore della ricettività alberghiera e paralberghiera, della ristorazione e della produzione agro-alimentare d’eccellenza. Il tutto nell’ottica di favorire l‘incoming verso la provincia di Avellino, attraverso la creazione di pacchetti turistici personalizzati. Il progetto “Crociere in Irpinia” si concretizza attraverso l’implementazione di tre diverse macro-azioni perfettamente integrate tra loro. Innanzitutto, sarà realizzata una pubblicazione monografica che consenta alla popolazione residente e ai turisti di approfondire la conoscenza del territorio e di vivere le Crociere in Irpinia. Saranno organizzati, inoltre, appuntamenti fieristici itineranti sul territorio provinciale volti alla presentazione dei servizi e dei beni messi a disposizione da comuni e aziende. Fulcro dell’intero progetto è però la creazione di un portale web che superi i confini del turismo di prossimità e si rivolga ai target turistici nazionali e internazionali. Il portale web garantisce la continuità dell’iniziativa sul lungo periodo, configurandosi come una vetrina per i territori e le aziende, che avranno a loro disposizione una piattaforma utile per farsi conoscere a consentire al visitatore/turista di progettare la propria vacanza in Irpinia. L’ambizioso obiettivo finale di “Crociere in Irpinia” è la creazione di un network ramificato tra i vari comuni della provincia di Avellino, ognuno dei quali metterà a disposizione il proprio patrimonio culturale individuando tutti quei beni e risorse che, una volta messi opportunamente a sistema, possano rappresentare un attrattore turistico per l’area.

Condividi