IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Disagi sul tratto Baiano-Lacedonia dell’A16, Biancardi e Di Cecilia chiedono un incontro ad Autostrade per l’Italia

Autostrada A16

(Autostrada A16)
(Foto: Irpiniareport)

blancpain replica La Provincia chiama Autostrade per l’Italia. Il presidente Domenico Biancardi e il consigliere provinciale Franco Di Cecilia hanno inviato una nota alla direzione “VI Tronco Cassino” per chiedere un incontro a Palazzo Caracciolo il prossimo 23 gennaio, finalizzato a un confronto sulle problematiche che si registrano sul tratto Baiano-Lacedonia dell’A16 Napoli-Canosa. “La percorribilità del tratto – spiegano nella nota -, interamente ricadente sul territorio irpino, è da molto tempo messa a dura prova da lavori frequenti ed interminabili, da verifiche tecniche sui viadotti che si protraggono all’infinito, nonché da provvedimenti giudiziari volti a tutelare la sicurezza dei viaggiatori. Tutto questo provoca notevoli rischi per l’incolumità e sensibili ritardi nei tempi di percorrenza, soprattutto nei periodi di maggior traffico. Si chiede, pertanto, un incontro urgente al fine di verificare la possibilità di risolvere l’insostenibile situazione oppure, in subordine ed in via temporanea, di applicare esenzioni e/o tariffe agevolate, al fine di un parziale ristoro per un servizio francamente scadente e per i disagi oggettivi che i fruitori sopportano da molto tempo. Con spirito costruttivo, allo scopo di avviare a soluzione la suddetta problematica, si invitano i rappresentanti di codesta società a partecipare alla riunione fissata presso la sede di questo ente per il giorno giovedì 23 gennaio, ore 11.00”.

Condividi