IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, maltrattava la mamma. Denunciata 20enne
Perseguitava e minacciava di morte la vicina di casa, nei guai anziano
Cesinali, l'oratorio in festa: serata all'insegna di musica e degustazione
Sorpreso con droga e spinelli, nei guai 23enne
Maxi sequestro di bombole gpl, nei guai un commerciante
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"

 

Festa dell'Albero, il presidente Picariello (Odaf): "Disponibili per la realizzazione di un piano del verde per la città di Avellino"

Prossimo evento (venerdì 29 novembre) all’Istituto “De Sanctis-D’Agostino”. Focus sulle attività agroalimentari

Giornata dell'Albero - Ciro Picariello

(Giornata dell'Albero - Ciro Picariello)
(Foto: Irpiniareport)

Grande partecipazione e successo per la “Festa dell’Albero”, l’evento finalizzato ad educare la popolazione sul rispetto e sulla cura degli alberi, organizzata dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Avellino. L’evento si è svolto presso l’ex carcere Borbonico. L’edizione di quest’anno ha puntato non solo l’accento sulle molteplici finalità degli alberi nell’ambito urbano, ma ha anche sull’intero scibile delle piante, con relazioni che ne hanno messo in rilievo la significatività sia nel mondo antico (mitologia, usi e costumi dei popoli) che sulle più moderne frontiere del verde urbano (verde terapeutico). Il presidente dell’Odaf, Ciro Picariello, nel corso del convegno organizzato in occasione della manifestazione ha esplicitato questa inconsueta modalità di presentazione di un tema, quello dell’albero, come elemento insostituibile per gli eco-servizi da essi svolti e non altrimenti surrogabili. Ha, inoltre, delineato anche la sua significatività per la crescita di una coscienza collettiva atta a porsi da contromisura ai cambiamenti climatici in atto. “La Giornata dell’Albero rappresenta un importante strumento per creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future, le quali si troveranno ad affrontare problemi ed emergenze ambientali sempre nuovi e su scala globale”, ha detto il presidente Picariello. L’iniziativa ha visto la partecipazione di molti studenti. I relatori hanno utilizzato un linguaggio divulgativo, pur trattando di argomenti sia culturali (si è parlato di Mitologia dell’Albero come simbolo di Movimenti Collettivi ed delle correnti artistiche), che scientifici, architettonici ed urbanistici. La cerimonia si è conclusa al Parco Palatucci dove sono state messe a dimora un esemplare di Ginkgo biloba offerto dal Comune di Avellino che di un Pioppo Cipressino, offerto dalla Ditta Mondo Ecologia. Al Pioppo, è stata anche posta una targhetta con il nome degli ultimi nati nel Comune di Avellino. L’Assessore all’Urbanistica del Comune di Avellino, Emma Buondonno, che ha partecipato alla manifestazione, ha rassicurato che nei prossimi mesi saranno messe a dimora “piante per ogni nato o adottato nel rispetto delle vigenti leggi”. Molto soddisfatto il presidente Picariello per la riuscita dell’evento che ha aggiunto: “Siamo disponibili a dare il nostro contributo alla realizzazione di un piano del verde per la città di Avellino per il bene di tutti i residenti”. Il prossimo evento organizzato dagli agronomi irpini focalizzerà l’attenzione sulle attività agroalimentari. Il convegno si svolgerà presso l’Istituto De Sanctis-D’Agostino ad Avellino il giorno 29 novembre 2019.

Condividi