IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Truffe sulla piattaforma "Market Place", nella rete diversi irpini. Denunciato un pregiudicato salernitano
Covid-19, aggiornamento contagi in Irpinia: 61 positivi
Covid-19, proroga esenzione ticket fino al 31 gennaio 2021
Atripalda, schianto sulla Variante: tre feriti
Covid-19, aggiornamento contagi: 91 positivi. 33 solo ad Avella
Ingerenza del crimine organizzato, sciolto il Consiglio comunale di Pratola Serra
Covid-19, muore un 82enne al Moscati. Il secondo decesso nella giornata
Covid-19, aggiornamento contagi: 47 i positivi
Covid-19, contagiati due ragazzini di 14 e 16 anni
Coronavirus, muore un altro anziano ricoverato al Covid Hospital del Moscati

 

Forestali, Petruzziello: "Bene Sibilia, Caldoro si vergogni"

Incontro stamane dei sindacati con la Regione

Sibilia e Petruzziello

(Sibilia e Petruzziello)
(Foto: Carmine Bellabona)

Il segretario provinciale della CGIL, Vincenzo Petruzziello ed il segretario provinciale della FLAI CGIL di Avellino, Aniello Vece, hanno incontrato questa mattina il lavoratore della Terminio-Cervialto che ha iniziato lo sciopero della fame come atto di protesta per il mancato pagamento delle spettanze. Petruzziello e Vece hanno portato al lavoratore la solidarietà a nome dell’intera organizzazione ed al contempo hanno invitato il lavoratore a recedere dalla sua protesta estrema considerate le sue già precarie condizioni di salute.
Nel corso del’incontro, Petruzziello e Vece hanno avuto un colloquio telefonico con il presidente della Provincia di Avellino, Cosimo Sibilia, per dare una boccata di ossigeno alle migliaia di lavoratori delle comunità montane irpine, da mesi senza stipendio. Il presidente Sibilia si è impegnato a far approvare dalla giunta convocata per lunedì prossimo, la delibera per destinare alle comunità montane irpine 500 mila euro.
La delibera sarà poi discussa per l’approvazione il prossimo 25 novembre. “Apprezziamo l’impegno e la disponibilità di Sibilia – hanno commentato Petruzziello e Vece – ed invitiamo la giunta provinciale a tenere conto delle diverse situazioni delle comunità montane, i cui dipendenti non ricevono lo stipendio da diversi mesi, ma ogni singola realtà accusa ritardi specifici e pertanto auspichiamo che nel riparto vengano considerate le necessità specifiche delle maestranze dei diversi enti”.
Di diverso segno l’esito dell’incontro tenuto a Napoli con la Regione da parte dei sindacati unitari. “Il governo Caldoro ha ancora una volta disatteso gli impegni e deluso le aspettative dei dipendenti delle comunità montane – spiega Petruzziello – e dei lavoratori del comparto forestazione, negando lo sblocco dei 92 milioni di euro definiti dalla cabina di regia per far fronte alle spettanze arretrate dei lavoratori di tutta la regione. In queste condizioni lo sforzo delle province viene vanificato e si dimostra ancora una volta come l’ente di Palazzo Santa Lucia sia inadempiente. Mi auguro – conclude il segretario provinciale della CGIL di Avellino – che unitariamente si possa definire una giornata di astensione dal lavoro a livello regionale di tutto il comparto forestale per chiedere con forza alla regione lo sblocco dei fondi”

Condividi