IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Truffe sulla piattaforma "Market Place", nella rete diversi irpini. Denunciato un pregiudicato salernitano
Covid-19, aggiornamento contagi in Irpinia: 61 positivi
Covid-19, proroga esenzione ticket fino al 31 gennaio 2021
Atripalda, schianto sulla Variante: tre feriti
Covid-19, aggiornamento contagi: 91 positivi. 33 solo ad Avella
Ingerenza del crimine organizzato, sciolto il Consiglio comunale di Pratola Serra
Covid-19, muore un 82enne al Moscati. Il secondo decesso nella giornata
Covid-19, aggiornamento contagi: 47 i positivi
Covid-19, contagiati due ragazzini di 14 e 16 anni
Coronavirus, muore un altro anziano ricoverato al Covid Hospital del Moscati

 

Forestali, Rifondazione Comunista sostiene i lavoratori

Il logo di Rifondazione Comunista

(Il logo di Rifondazione Comunista)
(Foto: Irpiniareport)

Si riporta di seguito una nota stampa di Rifondazione Comunista di Avellino in riferimento alla situazione dei forestali.
"Il dramma dei lavoratori forestali campani e irpini è orami giunto ad un punto di non ritorno. Sosteniamo convintamente l’azione di lotta condotta da stamattina sull’Ofantina, che provoca grandi disagi, dei quali però è chiaro che deve farsi carico chi ha lasciato incancrenirsi questa vicenda senza fare nulla. Sono ormai mesi che gli operai sono senza stipendio, la Regione continua a non assumersi la responsabilità di un indirizzo nuovo per il settore, e per di più distilla con il contagocce fondi che dovrebbero essere già nella disponibilità degli enti locali dal 2011, ultimi i 7 milioni di euro che non rappresentano che una parte minima delle necessità della forestazione campana. La rabbia degli operai è comprensibile, ciò che non è accettabile è l’assenza di risposte concrete da parte delle istituzioni. Saremo vigili affinché non venga derubricato a problema di ordine pubblico un dramma sociale che vivono diverse centinaia di famiglie irpine e continueremo a denunciare in ogni sede l’inadeguatezza dell’Amministrazione Regionale."

Condividi