IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, 25enne pestato a sangue in un locale del centro storico
Casa squillo nella periferia avellinese, nei guai una 35enne
Avellino, travolge un'auto con a bordo 4 giovani in viale Italia e fugge
Dramma sull'Ofantina, muore 21enne
Serino, cocaina nascosta nell'area pic-nic: arrestato 43enne
Atripalda, incidente sulla Variante: ferito giovane motociclista
Un Gratta e Vinci da 2 milioni di euro ad Ariano
Rimane con l'auto bloccata sui binari mentre sta passando il treno, paura per un irpino
SuperEnalotto, sfiorato il Jackpot a Montoro: centrato un 5 da 31mila euro
Fermato tir carico di detersivi e cosmetici contraffatti, denunciato l'autista

 

Giornata nazionale del al di testa, visite e consulenze gratuite al "Moscati"

Città ospedaliera

(Città ospedaliera)
(Foto: Carmine Bellabona)

Pomeriggio di visite e consulenze gratuite sulle cefalee. In occasione della Giornata Nazionale del mal di testa, sabato 19 maggio, dalle ore 16 alle 19, gli ambulatori dell’Unità Operativa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino (Settore B, terzo piano) saranno aperti al pubblico. A effettuare le visite e a fornire informazioni su una patologia che è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come una delle più diffuse cause al mondo di disabilità saranno gli esperti di cefalee Florindo d’Onofrio e Alfonso Leo.

«Per curare efficacemente un mal di testa – spiega il neurologo d’Onofrio, responsabile anche del centro Anircef (Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee) di Avellino – è indispensabile innanzitutto fare una diagnosi specifica della tipologia di cefalea per poi intervenire con una terapia efficace. Sono tante le possibilità di cura, anche con farmaci di ultima generazione. Il centro cefalee Anircef di Avellino è uno dei pochi in Italia meridionale nel quale si effettua terapia con tossina botulinica in paziente con emicrania cronica ed è stato anche coinvolto in una sperimentazione per la prevenzione di questa patologia, attraverso la somministrazione degli anticorpi monoclonali pensati per bloccare l’attività del CGRP, una piccola proteina responsabile dello scatenamento degli attacchi di emicrania. Inoltre, essendo il mal di testa una patologia che interessa prevalentemente le donne, nell’Unità operativa di Neurologia del “Moscati” molta attenzione viene dedicata al rapporto tra cefalee e ciclo mestruale, pillola e gravidanza».

Per maggiori informazioni sull’iniziativa denominata “Pomeriggio emicranico”, si può telefonare al numero 0825.203183, dalle ore 9 alle 14, oppure visitare il sito Internet Anircef (www.anircef.it).

Condividi