IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Pedone investito a Monteforte da un'auto pirata, è grave in ospedale
Maltempo in Irpinia, la situazione a Monteforte
Rissa nell'area industriale di Flumeri, denunciati 5 imprenditori
Covid-19, aumentano i casi a Cervinara
Cani legati e maltrattati, nei guai un pastore
Atripalda, inaugurata la mostra "La Dogana nella dogana"
Mercogliano, si aggirava intorno a un negozio con ascia e roncola. Fermato 40enne
Furto al supermercato di Monteforte, denunciata una 50enne
Furto all'istituto Amabile di Avellino, s'indaga
I militari della Caserma Berardi in gara per la solidarietà: successo ad Avellino per la staffetta nazionale "Una squadra per la ricerca"

 

Grande Progetto Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali delle aree interne, al via le autorizzazioni per gli interventi

Palazzo Caracciolo - sede della Provincia

(Palazzo Caracciolo - sede della Provincia )
(Foto: Irpiniareport)

La Provincia di Avellino, in prosecuzione dell’attività di coordinamento tra le Amministrazioni locali, la Regione Campania e le imprese impegnate nella realizzazione degli interventi previsti dal “Grande Progetto Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali delle aree interne” sta rilasciando una serie di autorizzazioni, per la parte di propria competenza, al fine di consentire i lavori previsti sul territorio irpino. Sono ventidue i Comuni interessati. L’investimento complessivo in Irpinia è pari a 33 milioni di euro. Tali Comuni sono stati individuati alcuni anni fa dalla Provincia di Avellino, d’intesa con l’Assessorato Regionale all’Ambiente, in quanto ricadenti nei bacini dei fiumi Sabato, Calore, Ufita e Miscano. Il piano prevede il ripristino degli impianti di depurazione, il completamento della collettazione delle acque nere e dei sistemi fognari, la realizzazione di opere finalizzate all’integrazione dei sistemi fognari e delle opere annesse, nonché di impianti di depurazione delle acque. Le opere determineranno, tra l’altro, un miglioramento della qualità delle acque dei fiumi, con tutti i benefici che ne derivano per l’ambiente. La Provincia, attraverso i propri uffici, continuerà ad assicurare la massima collaborazione.

Condividi