IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Covid-19, la situazione in Irpinia: 54 casi positivi e 3 decessi
Video diffamatori diffusi sui social: nei guai una 21enne di Sturno
Sbanda e si ribalta, ferita una 58enne
Il presidente Biancardi in visita al Comando provinciale dei vigili del fuoco
Truffa alle assicurazioni, finge 29 incidenti. Nei guai una 44enne di Avellino
Vittoria spegne la sua prima candelina
Scuola, il 1 febbraio tornano in classe gli studenti delle superiori
Covid-19, un decesso all'ospedale "Frangipane"
Appropriazione indebita di auto, 40enne atripaldese ricercato dalla Repubblica Ceca
"Popolarmente Accasati", al via la sit-com promossa dal Teatro d’Europa. Il casting ad aprile

 

Il Comune di Mercogliano si costituisce parte civile nel processo clan Partenio

Il Tribunale di Avellino

(Il Tribunale di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

Il comune di Mercogliano si costituisce parte civile nel processo clan Partenio. Il commento del Sindaco Vittorio D'Alessio a margine della decisione di stamattina: "Come già preannunciato nei giorni scorsi, ho deciso, in accordo con la Giunta, che il comune di Mercogliano si costituirà parte civile nel processo a carico dei presunti promotori e componenti del c.d. clan Partenio. La decisione rispecchia il costante e quotidiano impegno rivolto alla riaffermazione della legalità e della tutela dell'ordine pubblico, a garanzia di una costante attività finalizzata al progresso ed al benessere della comunità che guido. Sono convinto più che mai che la legalità si pratica e non si predica, è fatta di azioni che, concretamente, ogni giorno, attraverso la trasparenza e l'imparzialità dell'azione della pubblica amministrazione, tracciano il percorso di rinascita e sviluppo della città. Sulla scelta di costituzione di parte civile abbiamo ragionato ampiamente, anche con i nostri avvocati, perché non volevamo rischiare di scivolare in scelte affrettate e solo di facciata, in linea con il nostro preferire le azioni più che le spettacolarizzazioni. Alla fine abbiamo deciso di costituirci perchè abbiamo valutato ogni aspetto della questione ed all'unanimità siamo stati concordi ad imboccare questa strada, anche per sgomberare il campo da equivoci e possibili fraintendimenti."

Condividi