IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Imposimato agli studenti: "Leggete e rispettate la Costituzione"

L'insigne giudice in visita all'Istituto Alberghiero "Manlio Rossi Doria" di Montoro Inferiore

Un istituto superiore

(Un istituto superiore)
(Foto: Carmine Bellabona)

Ferdinando Imposimato non si è sottratto al confronto ieri con gli studenti dell’ Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Manlio RossiDoria” della sede coordinata di Montoro Inferiore. Il convegno: “I valori della Costituzione Repubblicana nel 150° anniversario dell’Unità nazionale” è stato, anzi, motivo di discussione franca e cruda sugli aspetti oggi di maggiore attualità. Federalismo, scuola e diritti e doveri dei cittadini sono stati in primo piano in tutti gli interventi. Il giudice Ferdinando Imposimato ha esortato gli studenti “ a non prendere esempio dall’attuale classe politica, costituita da nominati. Una classe politica che, puntualmente tradisce i valori della Costituzione legiferando apertamente contro di essa. E’ sotto gli occhi di tutti quanto avviene da tempo nelle aule parlamentari. Anche il federalismo – che poteva essere una occasione – ha spiegato – si è trasformato in un incubo per le popolazioni del sud. Popolazioni che oggi pagano la pessima classe politica espressa in tanti decenni”. L’insigne magistrato che è stato giudice istruttore dei più importanti casi di terrorismo in Italia, come il caso Moro, l’attentato al Papa, l’omicidio del Presidente del Csm Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione, si è detto amareggiato per questa idea del processo breve. “Non è certo una buona cosa visto che i cittadini avrebbero necessità di ben altro, ovvero di una giustizia che funzioni, che sia equa e giusta per tutti. Non mi sembra che si voglia andare in questa direzione. Il criminalizzare la magistratura continuamente, la delegittimazione di un organismo posto da Padri costituenti a salvaguardia della collettività, crea gravissimi danni ad ogni singolo cittadino. Ecco perché vi invito a leggere e a rispettare la Costituzione solo così potrete difendere i vostri diritti violati. A presentare la manifestazione con gli studenti della sede montorese dell’Istituto Alberghiero è stato il prof. Mario Esposito – Dirigente Scolastico dell’I.P.S.S.A.R. “Manlio Rossi- Doria”. Sono intervenuti il Rag. Salvatore Antonio Carratù – Sindaco di Montoro Inferiore; Il Dott. Francesco de Giovanni – Sindaco di Montoro Superiore; il Dott. Antonio Guarino – Sindaco di Solofra e l’Ing. Eduardo Caliano – Assessore città di Mercato San Severino. Tutti hanno sottolineato l’importanza di avere una scuola che guardi a questi aspetti, che aiutano a formare i cittadini del domani. “Il futuro è nelle vostre mani e dovete fare in modo che esso sia migliore di quanto non lo si prospetta oggi”. Molto apprezzato ed applaudito l’ intervento del Prof. Marinucci presidente dell’Associazione dei Giovani avvocati. Preciso e significativo è stata la relazione del Prof. Saverio Festa - Docente di Storia della Filosofia Politica Università degli Studi di Salerno che ha trattato della storia della Costituzione e gli aspetti del federalismo.

Condividi