IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, nessun allarme meningite all'istituto "Enrico Cocchia". La nota dell'Asl
Finge di essere stata investita da un'auto pirata per truffare l'assicurazione, denunciata
Maxi sequestro di prodotti fitosanitari in un negozio, sospesa la vendita. Sanzione da 10mila euro
Mascarata Serinese, Carnevale Princeps Irpino e Trekking in Maschera: ecco il programma
Incidente sull'Ofantina, ferite due donne. Strada chiusa
Avellino, tre nuove farmacie apriranno in città
Serino, fa irruzione nella caserma e aggredisce i carabinieri. Arrestato immigrato
Schianto sull'Ofantina, tre feriti gravi
Avellino, sferra un pugno al carabiniere per sottrarsi al controllo. In manette 23enne
Avellino, palpeggia ragazza a bordo del bus. Arrestato 50enne

 

L'artigianato irpino nelle capitali europee, Confartigianato presenta il progetto

Ettore Mocella Confartigianato Avellino

(Ettore Mocella Confartigianato Avellino)
(Foto: Irpiniareport)

Il presidente di Confartigianato Avellino, Ettore Mocella, con una delegazione di aziende irpine, ha incontrato l’assessore regionale all’Internazionalizzazione e alle Start-Up e Innovazioni, Valeria Fascione. Il gruppo ha presentato all’esponente della giunta campana un progetto per trasferire sui mercati europei le produzioni dell’artigianato irpino.

“Le esportazioni italiane sono in continua ascesa ed i dati generali sono incoraggianti,ma solo una piccola parte della quota di prodotto esportato proviene dal Sud – spiega Mocella - Secondo le stime del MiSE, oltre il 70% dell’Export italiano parte dalle sole Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Toscana mentre dalle regioni del sud si esporta appena il 10% circa del totale. Anche nei report del PianoExportSud dell’Ice si evidenzia come, nonostante sia in aumento il fatturato estero, la platea di imprese meridionali che riesce ad aprirsi ai mercati esteri è troppo ristretta per consentire all’area di fare progressi significativi nello scenario economico globale. Il dato è ancora più penalizzante per le aree interne della Campania, quindi Irpinia e Sannio. Eppure, le nostre produzioni sono assai ricercate”. Previsti anche temporary store dedicati all'Irpinia nelle capitali europee.

Lo scopo del progetto è di  affrontare  questi temi, attraverso azioni di accompagnamento per le imprese che prima di affacciarsi sui mercati internazionali vogliono misurare la propria effettiva capacità di fronteggiare questa sfida e creando un modello organizzativo di supporto alle imprese  che possa essere d’aiuto per avvicinarle ai processi di internazionalizzazione, al fine di fare emergere la parte di potenziale inespresso in aree meno esposte ai mercati nazionali ed internazionali e dove la crisi ha scavato e sta scavando un profondo divario con il resto del Paese.

"E' stato un incontro proficuo - conclude Mocella - Ringraziamo dell'attenzione e della disponibilità l'assessore, nella speranza che questa iniziativa possa al più presto concretizzarsi". 

Condividi