IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini

 

La crescita del bambino, visite gratuite all'ospedale Moscati

Città ospedaliera

(Città ospedaliera)
(Foto: Carmine Bellabona)

Una giornata di visite e consulenze gratuite per controllare la crescita dei bambini. L’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino ha aderito anche quest’anno all’open day promosso dall’Afadoc (Associazione di famiglie di soggetti con deficit dell'ormone della crescita e altre patologie). Giovedì 26 settembre, dalle ore 9 alle 16, nell’Unità Operativa di Genetica Medica (Città Ospedaliera, Settore A, secondo piano, presso il reparto di Pediatria), le persone interessate potranno sottoporre i propri figli a un controllo della crescita. Per fruire di una visita gratuita è necessaria la prenotazione telefonica al numero 0825.203425, attivo tutti i giorni, dalle ore 8,30 alle 14. «La crescita rappresenta un importante indicatore della salute del bambino – afferma Gaetana Cerbone, Dirigente medico dell’Unità Operativa di Genetica Medica dell’Azienda “Moscati” -. Quando si ha un minimo dubbio che il proprio bambino stia crescendo poco o troppo lentamente, non bisogna aspettare, pensando che sia solo un ritardo fisiologico: il fattore tempo può essere determinante. Una crescita irregolare potrebbe infatti nascondere problemi importanti che, se rilevati precocemente, possono essere affrontati con efficacia». Si stima che siano circa 10mila in Italia i bambini e ragazzi in terapia per patologie croniche e rare caratterizzate da problemi di accrescimento. L'età in cui si può capire meglio è quella scolare: se un bimbo rimane sempre il più piccolo della classe, è preferibile sottoporlo a un controllo.

Condividi