IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini
Dirigenti della Polisportiva Santo Stefano aggrediti sugli spalti a fine partita
Anziano morto abbandonato sul marciapiede, arrestata la convivente
Svaligiata una boutique a Mercogliano, rubati 600 capi
Distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune, condannato operatore ecologico

 

Operai forestali dell'Ufita, D'Amelio: "Ci sono i soldi per pagarli"

Rosetta D'Amelio

(Rosetta D'Amelio)
(Foto: Carmine Bellabona)

“Quello che sta accadendo ad Ariano Irpino in queste ore è un fatto gravissimo, perché rappresenta l’esasperazione di chi non ce la fa più, di chi vuol lavorare ed è stanco di subire ingiustizie. E siamo davvero al paradosso. L’esecutivo della Comunità Montana dell’Ufita, si ostina da mesi a non prendere atto che le risorse economiche per avviare i cantieri per i forestali a tempo determinato ci sono, soprattutto dopo aver adottato una delibera da parte della Regione Campania che assegna all’ente ufitano una somma cospicua di anticipo destinata agli OTD”. Così la Consigliera regionale PD Rosetta D’Amelio, preoccupata per la clamorosa protesta che in queste ore è in atto ad Ariano Irpino, sui tetti della sede della CM Ufita, da parte dei propri operai idraulico forestali: “E’ una vertenza che si sta protraendo oltre il dovuto e che vede coinvolte circa 210 famiglie a cui va la mia solidarietà. Qua si sta scherzando col fuoco, perché i soldi ci sono e devono servire per gli OTD, non per altro.
Le Istituzioni, a partire dall’esecutivo della CM dell’Ufita, sono chiamate a rispondere su questa vicenda, e ognuno si dovrà assumere tutte le sue responsabilità. Al riguardo, tra l’altro, ho ripresentato un Question time, per cercare di fare un po’ di chiarezza e per riportare all’attenzione di tutti che in Ufita c’è un dramma che si sta consumando e non si capiscono i motivi reali. Auspico, dunque, che la Regione faccia la sua parte e che accompagni la Comunità Montana ad una risoluzione ottimale entro tempi brevissimi - e di tempo ne è passato fin troppo - per il bene di tutti quegli operai”.

Condividi