IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, sale il numero dei contagi: sono 247 i positivi di oggi
Contravviene alle misure anti Covid per rubare casse di birra in un supermercato, denunciato
Covid-19, 36 contagi a "Villa dei Pini". Si attende riscontro dell’Asl
Avellino, fuoco ai cassonetti dei rifiuti. Danni a un'auto e alla facciata del palazzo
Covid-19, quarto decesso nella giornata: muore una 82enne. Ricoverata per polmonite
Covid-19, dimessi il 15enne e la mamma ricoverati al Moscati una settimana fa
Covid-19, terza vittima in poche ore: muore 66enne
Covid-19, aggiornamento contagi: 93 i positivi
Scuole, in Campania restano chiuse. Per la primaria monitoraggio fra 10 giorni
Demolizione viadotto di Manocalzati, traffico deviato fino al 22 dicembre

 

Operai forestali, le comunità montane irpine plaudono alla Regione

Saranno utilizzati i fondi Fas per pagare gli stipendi

Una veduta dell'Irpinia

(Una veduta dell'Irpinia)
(Foto: Irpiniareport)

“L’approvazione da parte della giunta regionale della Campania del Piano Antincendi Boschivi e della delibera di indirizzo per l’utilizzo dei fondi FAS per la forestazione sulle annualità 2012 – 2013 rappresentano due importantissime boccate d’ossigeno per il comparto della forestazione e per il sistema delle comunità montane irpine e campane”. E’ quanto dichiarano Gerardo Iandolo, presidente della comunità montana Terminio Cervialto, e Tommaso Saccardo, presidente della comunità montana Partenio – Vallo di Lauro.
“Non possiamo – continuano i due presidenti – non dare atto al vicepresidente Giuseppe De Mita dell’impegno profuso per il territorio della provincia di Avellino, in una fase così complicata e delicata per tutti i livelli istituzionali. E’ stato proprio il vicepresidente De Mita, infatti, a definire con il ministro Barca, nel corso di un incontro che si è svolto nelle settimane scorse l’ipotesi dell’impiego delle risorse del FAS destinate alla Campania per la forestazione, consapevole della fase di emergenza che questo comparto attraversa ormai da tempo.
Adesso esistono tutte le condizioni per una riorganizzazione complessiva del comparto che consenta cioè alla forestazione di non dover affrontare altri momenti drammatici come quelli che finora abbiamo attraversato”.

Condividi