IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Fanno esplodere lo sportello bancomat e danno fuoco all'auto
Va in ospedale per partorire e scopre di avere il Coronavirus
Padre e figlia azzannati da un pitbull, ricoverati in ospedale
Rapina al portavalori della Cosmopol a Valle, i dettagli di quanto accaduto
Scosse di terremoto tra Rocca San Felice e Sant'Angelo dei Lombardi
Perde il controllo dell'auto e si schianta, ferita 56enne
"Pater Familias", quando un ristorante è narrazione della storia
Spaventoso incidente sui binari, treno travolge auto. Ferito un 64enne irpino
Mancata ripresa degli sport da contatto, Barbaro (Asi): "È una decisione conservativa e insensata"
È morto il 53enne travolto dal trattore, choc a Torella dei Lombardi

 

"Pater Familias", quando un ristorante è narrazione della storia

A Paternopoli, a pochi passi dalla piazza, un antico palazzo ospita una cucina d'autore

Eccellente rapporto qualità/prezzo

Pater Familias a Paternopoli

(Pater Familias a Paternopoli)
(Foto: Irpiniareport)

Poco fuori Avellino, facile da raggiungere, Paternopoli conserva ancora quello spirito comunitario che in tanti altri paesi non si respira più. In questo contesto, nel cuore del comune, praticamente a ridosso della piazza, è d’impatto il Palazzo che ospita “Pater Familias”. Francesco Anziano, padrone di casa, ha deciso di investire nella sua terra. Ha scelto di restaurare la dimora storica di famiglia. L’ha riportata all’antico splendore, curando ogni dettaglio, conservando reperti straordinari. Basta attraversare la porta a vetri per tuffarsi nel passato, nella storia di una famiglia nobile, nella narrazione di quello che fu Paternopoli, l’Irpinia, le sue genti. Si resta affascinati quando si scende al piano inferiore, per accomodarsi nell’eleganza di un contesto che una volta era cantina, granaio, cucina di fortuna. L’impatto è notevole. Superlativo. Il garbo di Francesco e del suo staff accompagnano il racconto della cucina tipica irpina attraverso piatti rivisitati, ma nel pieno rispetto della tradizione. Tradizione che non è ingiuriata. Lo chef osa, ma non sconfina. Segue pedissequamente le ricette locali, guardando all’innovazione. Può apparire un contrasto, un paradosso. Invece, il gusto incanta. La scommessa è vinta. Si sentono gli antichi sapori, intriga la sperimentazione. Il resto lo fanno i prodotti, le materie prime. Sono tutti di qualità. E rigorosamente della zona. Così come i vini. Regnano i Doc e i Docg irpini. L’atmosfera, i gusti, il contesto delle vecchie cantine con le temperature gradevoli e poco umide di quegli ambienti trattengono l’ospite in una cornice suggestiva. Tanto che c’è voglia di non andare via, di fare “ritorno al futuro”. Eccellente il rapporto qualità/prezzo. Da non perdere. 

https://www.paterfamiliasristorante.it/il-ristorante

Condividi