IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"
Precipita dall'ultimo piano, muore studentessa. Tragedia al campus di Fisciano
Open Day delle malattie della pelle, al Moscati visite dermatologiche gratuite
Incidente nella galleria di Solofra, ferita una 60enne di Aiello
Giovane professore si toglie la vita lanciandosi giù dal ponte
Scuola Premio Digitale, il Convitto nazionale "Colletta" polo provinciale per l'innovazione tecnologica

 

Pediatra disponibile nelle festività presso l'Asl, al via il progetto Cosped

Dal 21 aprile al 1° maggio

Un ambulatorio

(Un ambulatorio)
(Foto: Irpiniareport)

Ridurre attraverso il potenziamento delle cure pediatriche territoriali il ricorso ai Pronto Soccorso durante le festività e nei giorni prefestivi. Con questo obiettivo parte il progetto di consulenza specialistica pediatrica "COSPED", promosso dalla Regione Campania insieme alle Aziende Sanitarie Locali. Pertanto nei giorni 21-21-22-24-25-27-28-30 aprile e 1 maggio 2019 presso le Sedi dei Distretti Sanitari ASL di Avellino (Via degli Imbimbo 10/12), Atripalda (Via Manfredi), Ariano Irpino (Piazza Mazzini) e del Presidio Sanitario di Lioni (Viale del Parco) dalle 8.00 alle 20.00 sarà presente un Pediatra di Libera Scelta, che ha manifestato la propria disponibilità, per garantire le consulenze specialistiche pediatriche ai minori di anni 16. Il progetto nasce nell'ambito della collaborazione avviata in seno al Comitato per la Pediatria tra i sindacati di categoria e la competente Unità Operativa Materno Infantile della Direzione Regionale per la tutela della Salute per ridurre l'accesso improprio ai Pronto Soccorso Ospedalieri, in uno dei periodi più a rischio dal punto di vista influenzale, durante il quale si riscontrano decisi aumenti delle prestazioni ospedaliere in luogo di quelle territoriali, evitando, al tempo stesso, l’esposizione dei piccoli pazienti a potenziali rischi di infezioni ospedaliere del tutto evitabili.

Condividi