IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

"Più fondi alla sanità": la Cisl raccoglie le firme

Saranno allestiti punti informativi in città e in provincia

Mario Melchionna

(Mario Melchionna)
(Foto: Carmine Bellabona)

La Cisl Irpina, domani sarà ad Avellino lungo il Corso Vittorio Emanuele, in prossimità delle principali strutture ospedaliere di tutta la nostra Provincia, in tutti i luoghi di lavoro e in tutte le sedi Cisl presenti sul territorio, per raccogliere le firme a favore della modifica dei criteri per il riparto delle risorse del Fondo Sanitario Nazionale L. n 662/96 art. 1, comma 34. una vera riforma del Sistema Sanitario della Campania necessita di una ridistribuzione delle risorse, da parte del Governo centrale, secondo principi di equità in rapporto ai veri fabbisogni di assistenza. I criteri ad oggi adottati per il riparto delle risorse del Fondo Sanitario Nazionale, unicamente basati sul rapporto popolazione/età anagrafica penalizzano pesantemente i cittadini della nostra Regione: 524 euro pro capite in meno rispetto ad alcune Regioni del Nord e 161 euro in meno rispetto alla media nazionale. La Cisl Campania chiede di garantire la piena tutela degli interessi primari dei cittadini campani, attraverso un riparto equo del Fondo Sanitario e la modifica dei criteri di riparto, prevedendo anche parametri sugli indici di povertà, contesto ambientale, indici epidemologici e di patologie gravi strettamente legati al contesto socio-territoriale. Saranno allestiti dei gazebo dove la UST Cisl, la FNP, la Cisl Medici, la FPS, la Cisl Università garantiranno la loro presenza per l’interna giornata, a partire dalle ore 9.00 di domani. “La Cisl Irpina invita tutta la cittadinanza ad aderire alla petizione popolare promossa dalla Cisl, attraverso la sua sottoscrizione, recandosi presso le sedi Cisl e i gazebo appositamente allestiti”.

Condividi