IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

Profughi in Irpinia, c'è chi offre ospitalità

La Fondazione Officina Solidale Onlus pronta ad accoglierli a Conza

Roberto Maroni

(Roberto Maroni)
(Foto: IrpiniaReport)

Profughi in Irpinia? Ora è possibile. C'è chi offre ospitalità. E' il caso della Fondazione Officina Solidale ONLUS che, in considerazione, dello stato di emergenza in cui si trovano i profughi sbarcati in Italia dalla Libia, ha offerto la propria immediata disponibilità per ospitare temporaneamente gli immigrati in una delle sedi della Fondazione ubicata a Conza Della Campania. La Sede, già centro per i rifugiati politici, potrà garantire uno spazio attrezzato per accogliere alcuni dei minori che si trovano nel nostro Paese e necessitano di accoglienza in un luogo sicuro ed ospitale. La richiesta è stata inoltrata in questi giorni all’attenzione del Ministro dell’Interno Roberto Maroni, del Capo del dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione Prefetto Angela Pria e dell’Assessore all’assistenza sociale in Campania Dott. Ermanno Russo. La Fondazione per la sua vocazione statutaria di solidarietà ritiene fra i suoi compiti prioritari occuparsi di chi ha bisogno d’aiuto con un occhio particolare ai più piccoli.

Condividi