IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violenta rissa tra giovani, 8 denunce. Chiuso un bar
Fiamme a un bar nella notte, s'indaga. Si segue la pista dolosa
Nascondeva la droga negli slip per poi spacciarla, nei guai 20enne
Fanno esplodere lo sportello bancomat e danno fuoco all'auto
Va in ospedale per partorire e scopre di avere il Coronavirus
Padre e figlia azzannati da un pitbull, ricoverati in ospedale
Rapina al portavalori della Cosmopol a Valle, i dettagli di quanto accaduto
Scosse di terremoto tra Rocca San Felice e Sant'Angelo dei Lombardi
Perde il controllo dell'auto e si schianta, ferita 56enne
"Pater Familias", quando un ristorante è narrazione della storia

 

Rock Contest, prosegue la prevenzione alcologica

Terzo appuntamento ad Ariano Irpino

Putitù Ariano

(Putitù Ariano)
(Foto: Irpiniareport)

Prosegue con successo “Pirates of Putipù”. La seconda serata del rock contest se l'è aggiudicata il gruppo “Bubu Band” che accede direttamente alla finale del 27 aprile. E domani, mercoledì 20 aprile dalle 22,00 alle 24,00 c'è il terzo appuntamento in programma, con l'esibizione di altre 5 giovani rock band: “CPU”, “A Saucerful of Sounds”, “Anestesia emozionale”, “Unseen”, “Audiod Rome”. “Pirates of Putipù” si inserisce nell'ambito delle iniziative poste in essere dal Comune di Ariano Irpino, Assessorato Lotta alle Tossicodipendenze, per “Aprile, mese della prevenzione alcologica” indetto dal Ministero della Salute. Il rock contest vuole lanciare un messaggio di sensibilizzazione ai titolari di bar, locali ed esercenti in genere per una maggiore consapevolezza sulla non somministrazione delle bevande alcoliche ai minori e, naturalmente, vuole essere un momento di sana aggregazione tra i ragazzi che amano la musica e ruotano intorno al Centro comunale giovanile “Putipù”. Alla serata, che si svolgerà presso il “Batavia”, presenzieranno il Sindaco, Antonio Mainiero, l'Assessore Lotta alle Tossicodipendenze, Manfredi d'Amato, oltre ai responsabili del Sert dell'Asl Av 1 ed operatori del Putipù.

Condividi