IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Rando Tour Campania, trionfo del circolo Amatori della Bici di Atripalda
Irpinia Sistema Turistico, proroga termine manifestazione di interesse: accolta con favore la richiesta dell'Ordine dei Commercialisti
Lutto tra gli avvocati irpini: è morto il penalista Massimo Preziosi
Presi i ladri dei garage di Avellino e hinterland
Le auto storiche e da corsa sfilano a San Potito Ultra
Controlli nei frantoi irpini, multe salate per due titolari
Picchia la figlia con un bastone, arrestato padre violento
Rinvenuto cadavere in un appartamento, s'indaga
Schianto tra autobus e compattatore, paura per 10 bambini
Avellino, incidente in via Due Principati: auto sbanda e finisce nella scarpata. Ferita una ragazza

 

Rock Contest, prosegue la prevenzione alcologica

Terzo appuntamento ad Ariano Irpino

Putitù Ariano

(Putitù Ariano)
(Foto: Irpiniareport)

Prosegue con successo “Pirates of Putipù”. La seconda serata del rock contest se l'è aggiudicata il gruppo “Bubu Band” che accede direttamente alla finale del 27 aprile. E domani, mercoledì 20 aprile dalle 22,00 alle 24,00 c'è il terzo appuntamento in programma, con l'esibizione di altre 5 giovani rock band: “CPU”, “A Saucerful of Sounds”, “Anestesia emozionale”, “Unseen”, “Audiod Rome”. “Pirates of Putipù” si inserisce nell'ambito delle iniziative poste in essere dal Comune di Ariano Irpino, Assessorato Lotta alle Tossicodipendenze, per “Aprile, mese della prevenzione alcologica” indetto dal Ministero della Salute. Il rock contest vuole lanciare un messaggio di sensibilizzazione ai titolari di bar, locali ed esercenti in genere per una maggiore consapevolezza sulla non somministrazione delle bevande alcoliche ai minori e, naturalmente, vuole essere un momento di sana aggregazione tra i ragazzi che amano la musica e ruotano intorno al Centro comunale giovanile “Putipù”. Alla serata, che si svolgerà presso il “Batavia”, presenzieranno il Sindaco, Antonio Mainiero, l'Assessore Lotta alle Tossicodipendenze, Manfredi d'Amato, oltre ai responsabili del Sert dell'Asl Av 1 ed operatori del Putipù.

Condividi