IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Beccati ad acquistare droga da un ciclista, nei guai due giovani avellinesi
Festa della Birra a Chiusano San Domenico, eccellenze gastronomiche irpine e buona musica
Avellino, furti di Suv in città. S'indaga
Auto sbanda e si ribalta, ferito un 42enne
Crisi Sidigas, Adoc e Federconsumatori: "Attenzione alle truffe"
Perde il controllo dell'auto e finisce nella scarpata, anziano in ospedale
Avellino, forava gli pneumatici e poi derubava gli automobilisti. Arrestato 30enne
Colto da malore, muore in uno stabilimento termale
Due giorni di festa ad Atripalda: Notte Bianca e artisti di strada in via Roma
Estorce denaro a due coniugi per l'acquisto di una casa messa all'asta

 

Roma Capitale, un irpino nel comitato interistituzionale

Il consigliere provinciale Carmine De Angelis nel gruppo di lavoro

Il politico di Chiusano San Domenico è stato indicato per prendere parte al tavolo tecnico, anche per la sua professione di docente universitario di Diritto

Il Consiglio provinciale

(Il Consiglio provinciale)
(Foto: Carmine Bellabona)

Roma Capitale: il consigliere provinciale Carmine De Angelis al Tavolo tecnico della Commissione interistituzionale. Secondo l’art.24, comma 5, della legge delega n. 42 del 2009, l’ordinamento (transitorio) di Roma è adottato con uno o più decreti legislativi emanati ai sensi dell’art.2 della legge stessa, sentiti la Regione Lazio, la Provincia di Roma e il Comune di Roma. La norma prevede, pertanto, il coinvolgimento delle istituzioni territorialmente interessate a dare compiuta attuazione al generale processo di riallocazione delle funzioni amministrative. A dar corpo alla fase dei decreti attuativi per Roma Capitale, Comune, Provincia e Regione hanno deciso di istituire un tavolo di concertazione che entri nel merito delle questioni politiche e un tavolo tecnico che si occuperà di cinque grandi temi come urbanistica, trasporti, ambiente, sviluppo economico e sviluppo dell'area metropolitana. Un ruolo determinante nella definizione e concertazione dell’ordinamento di Roma capitale è svolto dal tavolo tecnico interistituzionale tra la Regione Lazio, il Comune di Roma e la provincia di Roma, il cui compito sarà quello di elaborare un accordo relativo alla individuazione e al trasferimento delle funzioni, in ottemperanza dell’art.24, comma 5, della legge n. 42/2009. Un modello di cooperazione che privilegi il ruolo della Capitale non tanto come ente speciale e autonomo ma come ente di servizio della Repubblica, come ente di salvaguardia dell’interesse nazionale nel sistema policentrico delle autonomie. In qualità di esperto della materia e in rappresentanza tecnica della Regione Lazio è presente ai lavori il consigliere provinciale di Avellino Carmine De Angelis, docente di Istituzioni di diritto pubblico presso il quarto Ateneo pubblico di Roma (Università degli studi di Roma Foro Italico), nonché componente dell’ufficio di presidenza dell’Unione delle Province d’Italia. L’importante organismo dovrà elaborare strumenti procedurali per l’individuazione delle funzioni e il trasferimento nelle materie in cui appare necessario il coordinamento tra il livello metropolitano e regionale.

Condividi