IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, obbligo della mascherina al Corso da oggi fino a lunedì. Multa da 400 euro per i trasgressori
Ferragosto in Irpinia, scattati i controlli per garantire sicurezza e legalità
Coltivavano piante di cannabis, nei guai padre e figlia
Pugni e schiaffi a un giovane per rapinarlo dello smartphone, arrestato napoletano
Tragedia sfiorata in autostrada: albero cade sull'A16
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia
Raid vandalico al campo estivo: gazebo, sedie e tavoli distrutti

 

Sant'Andrea di Conza, lezioni di legalità all'Istituto "Solimene"

I carabinieri incontrano i piccoli studenti delle scuole elementari e medie

Piccoli studenti

(Piccoli studenti)
(Foto: Carmine Bellabona)

Nella mattinata odierna in Sant’Andrea di Conza, presso l’Istituto Scolastico Comprensivo “Michele Solimene”, nell’ambito del ciclo di conferenze promosso dal Comando Provinciale di Avellino all’interno delle scuole della provincia, si è tenuto un incontro sulla legalità, curato dal comandante della Compagnia Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, a cui hanno partecipato gli alunni di scuola media ed elementare, alla presenza di diversi docenti. Durante l’incontro sono stati trattati molti temi di interesse e di attualità. Si è discusso dell’importanza della legalità, della necessità di favorire tale forma educativa e dell’opera quotidiana svolta in merito dall’Arma dei Carabinieri. Nella circostanza gli studenti hanno avuto modo di porre domande su vari argomenti, che sempre più li riguardano da vicino. Per cui si è parlato bullismo, atti vandalici, dei fenomeni droga ed alcoolismo, rispetto delle norme sulla circolazione stradale, immigrazione clandestina e rispetto dei diritti umani, atti vandalici, di recente verificatisi in alcune scuole della provincia. Alle domande poste dai giovani si è risposto anche con riferimenti ad episodi specifici, fornendo indicazioni utili che possano favorire una più aderente educazione su tale delicato tema.

Condividi