IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria
Avellino, agronomi e architetti a confronto su "Il verde possibile e protetto”
Schianto davanti all'Abbazia del Loreto, tre feriti
Rissa in strada a colpi di bastone, denunciati tre uomini

 

Scuola "Dante Alighieri" di Avellino: i genitori chiedono chiarezza sulla sicurezza dello stabile

C'è preoccupazione dopo la decisione del Comune di trasferire le classi a fine anno

La scuola media Dante Alighieri

(La scuola media Dante Alighieri)
(Foto: Irpiniareport)

C'è preoccupazione tra i genitori degli allievi della scuola media "Dante Alighieri" di Avellino. Una folta pattuglia di familiari dei giovanissimi alunni chiede a gran voce di conoscere lo stato in cui versa la struttura di via Piave, dopo la decisione dell'amministrazione comunale di far traslocare le classi in un altro plesso alla fine dell'anno scolastico per consentire interventi allo stabile.
Il gruppo di genitori, pronto a costituirsi in comitato, vuol capire se sia necessario il trasferimento delle trenta classi sin da subito.
Il gruppo s'appella sia all'amministrazione comunale sia all'Ufficio scolastico provinciale per sollecitare delucidazioni in merito. Le recenti verifiche all'edificio, seguite all'allagamento verificatosi subito dopo le vacanze natalizie, avrebbero portato alla decisione di effettuare i lavori a fine anno scolastico.
Dell'argomento s'è discusso anche in Consiglio comunale.
Rassicurazioni sono arrivate dall'assessore Antonio Genovese, che ha garantito l'agibilità al cento per cento dello stabile, rispondendo ad un'interrogazione del consigliere di Vento di Centro, Dino Preziosi.

Condividi