IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Leather Trend, da Solofra la sfida della moda di qualità
Lavoratori in nero e irregolarità sulla sicurezza, sospesa l'attività a due imprese edili. Sanzione di 15mila euro
Avellino, droga in casa e piante di marijuana nel giardino. In manette 40enne
Regolamento di tutela sostenibile del patrimonio forestale regionale, Picariello (Odaf): "Ha sempre contribuito al dibattito per l’aggiornamento della legge n. 11/96
Scacco al clan Partenio, 23 arresti all'alba
Iannaccone-Di Iasi sfrecciano e vincono in Molise
Sequestro di alimenti in un ristorante di Calitri, sanzione per 1500 euro
Tentato furto allo sportello bancomat, ladri in fuga
Realizzano costruzioni in prossimità del fiume Sabato, denunciate 7 persone
Santo Stefano del Sole, lavoratori in nero in un negozio. Sanzionato il titolare, rischia la sospensione dell'attività

 

Trasporti in Alta Irpinia, l'appello di Gallicchio a Dino Preziosi

Pasquale Gallicchio

(Pasquale Gallicchio)
(Foto: Irpiniareport)

«Sono molte le segnalazioni di cittadini dell’Alta Irpinia che lamentano la mancanza di collegamenti del trasporto pubblico con la città di Avellino. Bisogna accogliere queste necessità e sollecitare delle soluzioni». Pasquale Gallicchio dirigente provinciale del Partito democratico e consigliere comunale di Bisaccia continua il suo impegno a sostegno di battaglie democratiche a difesa dell’Irpinia, e questa volta torna sulla questione del trasporto locale. Lo fa rivolgendo un appello al direttore generale dell’AIR, Dino Preziosi.
«Non c’è tempo da perdere – afferma Gallicchio – la mia richiesta è rivolta in maniera diretta a Dino Preziosi che in più di una occasione è stato disponibile ad accogliere le nostre istanze. Adesso, si tratta di assicurare all’utenza un trasporto locale più vicino alle esigenze di molti viaggiatori. Un esempio. Basti pensare alle conseguenze per la chiusura dei tribunali e a tanti lavoratori e cittadini che dall’Alta Irpinia per raggiungere il capoluogo provinciale usano la macchina con un dispendio economico notevole. Inoltre, molti cittadini mi hanno segnalato il fatto che diversi paesi in particolare Bisaccia, Lacedonia, Aquilonia, Andretta, Monteverde sono collegati ad Avellino con una sola corsa che parte alle 7 del mattino con un rientro previsto alle 15. Purtroppo, molti lavoratori si recano al lavoro anche in tarda mattinata per rientrare nel tardo pomeriggio. Da più parti viene avanzata l’ipotesi di ripristinare una ulteriore corsa che parta verso le 12 e rientri da Avellino alle 18 in coincidenza alle 19 da Grottaminarda per le zone più interne dell’Alta Irpinia. Come del resto già avveniva qualche tempo fa, prima che i tagli dei governi di centrodestra di Regione Campania e Provincia di Avellino cancellassero 1 milione di euro di fondi, pari a 450mila chilometri di servizio trasporti. A questo punto la migliore cosa da fare è che gli utenti interessati indirizzino all’AIR una sottoscrizione puntuale. Del resto sono disponibile a raccogliere l’istanza per sottoporla a Preziosi, oppure creare le condizioni per un incontro con lo stesso direttore generale per affrontare questa necessità».
Anche questa volta l’attenzione da parte dell’esponente del Pd è massima tanto da rivolgere un appello al suo stesso partito impegnato nella fase di tesseramento che ben presto porterà alla celebrazione del prossimo congresso provinciale e tanti circoli territoriali. «L’emergenza trasporti – sostiene Gallicchio - si lega a tante altre che hanno messo in ginocchio la provincia di Avellino. Di questo dovremmo discutere in vista del congresso provinciale e non pensare ad una corsa affannata a pacchetti di tessere. Il Pd sarà credibile quando entrerà in sintonia con la richiesta d’aiuto dei territori e senza amplificare il lamento si dimostri all’altezza di rilanciare la speranza fatta di proposte politiche praticabili, di pensieri lunghi capaci di individuare le priorità da affrontare, per fare in modo da migliorare la qualità della vita e innescare un meccanismo di opportunità lavorative».

Condividi