IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, scuole e Università chiuse fino a sabato. C'è l'ordinanza del Governatore De Luca
Primo caso di Coronavirus in Campania arriva dal Vallo della Lucania, si tratta di una 26enne biologa
Coronavirus, un probabile caso positivo in Campania
Allarme Coronavirus, le raccomandazioni dell'ordine dei Medici di Avellino
Coronavirus, Carlo Sibilia: "Nessuna emergenza in Irpinia"
Coronavirus, allerta in Irpinia: summit in prefettura. Attivo il numero verde
Coronavirus, fake news su facebook: denunciati due serinesi per procurato allarme
La Zeza di Cesinali protagonista ad Avellino alla sfilata dei Carnevali irpini
Allarme a Montefusco: 26enne torna in Irpinia da Codogno focolaio di Coronavirus. Famiglia in quarantena
Successo e partecipazione a Cesinali con la Zeza dei bambini della scuola primaria

 

Un murales per la finanza. Realizzato nella Tenenza di Ariano

Inaugurato questa mattina in presenza del Colonello Mario Imparato e del Sindaco Mainiero

Il comandante Imparato

(Il comandante Imparato)
(Foto: Irpiniareport)

Nella mattinata odierna, presso la caserma della Guardia di Finanza di Ariano Irpino, una breve cerimonia ha suggellato la presentazione di un murales realizzato da un giovane e promettente artista arianese. Il dipinto, nel solco del medesimo spirito che anima le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, è ispirato a temi risorgimentali ed, in particolare, viene raffigurata una scena dell’ “ultima pattuglia” della retroguardia dell’esercito di Giuseppe Garibaldi uscito da Roma dopo la caduta della città nel 1859. Il legame con le Fiamme Gialle è dato dal fatto che la “pattuglia” era costituita da un reparto di finanzieri a cavallo: la prima delle quattro brigate costituite a Roma per contrastare il corpo di spedizione francese del generale Oudinot, (sbarcato a Civitavecchia il 25 aprile 1849), era al diretto comando dell’eroe dei due mondi e comprendeva, infatti, anche un battaglione di finanzieri, noto con il nome di “Bersaglieri del Tebro”. L’iniziativa di dotare l’austero ingresso della sede delle Fiamme Gialle del Tricolle di un colorito murales è frutto di un’intesa tra il comandante della locale Tenenza, sottotenente Domenico Pirrò, e la locale amministrazione comunale che, nell’ambito di una più vasta campagna di sensibilizzazione contro i graffiti “illegali”, ha voluto premiare la creatività dei giovani nel rispetto della legalità. Ed è in questo contesto che è nata l’idea di affidare al giovane artista arianese Giuseppe Clericuzio l’incarico di realizzare il murales, un’opera che vede un ufficiale del Corpo a cavallo sullo sfondo del Tricolle. Alla cerimonia organizzata dal sottotenente Pirrò, hanno preso parte il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, colonnello Mario Imparato ed il Sindaco di Ariano Irpino, dr. Antonio Mainiero, che ha consegnato una targa ricordo al giovane artista arianese.

Condividi