IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Firmata l’ordinanza per la trasferenza della frazione organica dei rifiuti presso lo Stir
Bicentenario di De Sanctis, a Palazzo Caracciolo la presentazione delle iniziative
Al giornalista Aldo Balestra il Premio Carlo Nazzaro
Parcheggio multipiano del "Moscati", sosta gratuita fino al 15 gennaio
Nell'auto di lusso con mazze da baseball e coltelli, nei guai 55enne
Furto di giocattoli al centro commerciale, denunciate 3 persone
Al via i Mercatini di Natale: luci, suoni e divertimento nel centro storico di Aiello
Consorzio di Tutela dei Vini d'Irpinia, tutto pronto per l'evento "Libiamo ne' lieti calici"
Presentazione del libro di Rosanna Gambone, la nota dell'assessore Preziosi
La storia straordinaria di una donna con un cuore grande: ad Aiello presentato il libro di Rosanna Gambone

 

Visite dermatologiche gratuite, al via la seconda tappa di "Che nome dai alle tue cisti?"

All'ospedale Rummo di Benevento

Un ambulatorio

(Un ambulatorio)
(Foto: Irpiniareport)

Sabato 14 ottobre la seconda tappa della Campagna nazionale informativa e di sensibilizzazione sull’idrosadenite suppurativa (HS), denominata “Che nome dai alle tue cisti?”. Visite dermatologiche gratuite su prenotazione all0ospedale "Rummo" di Benevento. “Che nome dai alle tue cisti?” vede coinvolte oltre 30 strutture ospedaliero-universitarie su tutto il territorio nazionale in cui i medici dermatologi saranno a disposizione per aiutare chi soffre di HS ad iniziare un percorso di cura presso i centri ospedaliero-universitari che hanno un ambulatorio dedicato ad una patologia ancora oggi di difficile diagnosi. L’HS infatti si manifesta con la formazione di cisti, noduli, ascessi e lesioni dolorose nelle aree inguinale, ascellare, perianale, dei glutei e sotto il seno e, meno frequentemente, sul cuoio capelluto, collo, schiena, viso e addome. Il quadro clinico non è sempre facile da riconoscere e può simulare delle comuni “cisti sebacee” o essere scambiata per altre patologie (acne, follicoliti). La diagnosi precoce è fondamentale nella cura dell’HS, evitando la progressione verso forme invalidanti. Sabato 14 ottobre presso la UOC di Dermatologia dell’AO Rummo di Benevento, diretto dal Dottor Francesco Cusano, chi soffre di HS potrà usufruire di una visita gratuita, previa prenotazione. Per prenotare telefonare al numero 392 8077216 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 17,00. “Che nome dai alle tue cisti?” è Patrocinata da Inversa Onlus, l’associazione italiana per i pazienti affetti di idrosadenite suppurativa (HS) e nasce per sopperire alle necessità e difficoltà dei malati legate alla gestione di una patologia cronica invalidante. L’associazione, fondata nel 2010 da Giusi Pintori, sostiene proattivamente ogni singolo malato, fornendo informazioni e sostegno, con l’obiettivo di aiutare le persone a vivere meglio. “Inversa Onlus ha dato il suo patrocinio alla campagna perché l'esperienza dei pazienti mette in evidenza che ridurre i tempi di diagnosi significa avere prima supporto e assistenza e quindi diminuire le drastiche conseguenze sulla qualità della vita di chi è affetto da HS”. Afferma Giusi Pintori, Presidente di Inversa Onlus “Agire tempestivamente con terapie, modifiche nello stile di vita, adeguamenti alimentari, educazione del paziente e sostegno psicologico e sociale sono infatti componenti essenziali della cura all'HS. La persona affetta da HS spesso soffre da sola da molto tempo, a questa dico: Ogni passo fatto è un passo verso te”. La Campagna “Che nome dai alle tue cisti?” è realizzata grazie al contributo incondizionato di Abbvie. Per ulteriori informazioni: www.chenomedaialletuecisti.it

Condividi