IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Da oggi riaprono gli scavi archeologici di Mirabella Eclano
Avellino, obbligo della mascherina al Corso da oggi fino a lunedì. Multa da 400 euro per i trasgressori
Ferragosto in Irpinia, scattati i controlli per garantire sicurezza e legalità
Coltivavano piante di cannabis, nei guai padre e figlia
Pugni e schiaffi a un giovane per rapinarlo dello smartphone, arrestato napoletano
Tragedia sfiorata in autostrada: albero cade sull'A16
Avellino, movida e assembramenti: vietata la vendita di alcolici dopo le 21 nei market
Guasto condotta idrica a Mercogliano, dieci Comuni senz'acqua
Ospedale di Solofra, restituiti ai donatori i 230mila euro raccolti per la realizzazione della terapia intensiva
Uffici Postali aperti a Ferragosto, 160 ad Avellino e provincia

 

Abusò di un 13enne in un box, genitori del minore ascoltati dai giudici

La prossima udienza a dicembre

Il Tribunale di Avellino

(Il Tribunale di Avellino)
(Foto: Carmine Bellabona)

AVELLINO - I genitori del 13enne, che un anno fa fu adescato da un imprenditore avellinese di 45 anni, sono stati ascoltati dai giudici del collegio penale del tribunale di Avellino, in merito all’inchiesta che portò all'arresto dell'uomo. Il 45enne adescò il ragazzino e lo portò in un box di piazza Kennedy. Fondamentali sono stati i riscontri ottenuti dalle telecamere di sorveglianza e dalle tracce lasciate su internet e sul cellulare del minore. Proprio su internet, le prove schiaccianti. La madre del 13enne lesse la chat e il minore confessò la relazione e l’incontro con l’uomo. Il 16 dicembre prossimo, data della prossima udienza fissata davanti ai giudici del collegio penale, verrà emessa la sentenza di primo grado. Prima, però, verrà ascoltato anche il ragazzino. La testimonianza avverrà a porte chiuse.

Condividi