IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"
Ordine Agronomi, Picariello: "Brusco calo delle temperature, a rischio vigneti e noccioleti in Irpinia"
Coronavirus, altri 12 contagiati. Il bilancio sale a 142
Covid-19, altri 7 positivi in Irpinia. Il bilancio sale a 130

 

Ad un anno costretto a mendicare: 4 fermati

Operazione dei carabinieri a Scampitella

Il piccolo veniva "utilizzato" a turno da due coppie di rumeni, durante il mercato domenicale del piccolo centro irpino

Carabinieri

(Carabinieri)
(Foto: Carmine Bellabona)

I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno deferito in stato di libertà quattro persone di nazionalità rumena per aver costretto due minori a mendicare. In particolare, i Carabinieri delle Stazioni di Trevico e Vallata durante un servizio svolto durante il mercato settimanale di Scampitella e finalizzato a prevenire eventuali reati predatori, come i borseggi, perpetrati in danno delle persone che abitualmente frequentano le bancarelle domenicali del centro irpino ai confini con la Puglia hanno notato quattro persone che si aggiravano per quelle vie chiedendo l’elemosina. I due Carabinieri di servizio appiedato, immediatamente, accortisi di quanto stava accadendo, si sono separati e hanno raggiunto le quattro persone, moglie e marito di 25 e 23 anni, la sorella del ragazzo di 19 anni e la zia di 51 anni. Le quattro persone, con precedenti specifici, poiché già nell’anno 2009 erano state deferite in stato di libertà per lo stesso reato commesso innanzi la Chiesa di San Bartolomeo a Vallata, erano intente a chiedere l’elemosina avvalendosi a turno del figlio della coppia di un anno che veniva utilizzato per far commuovere le persone che notavano i quattro. I Carabinieri hanno dunque provveduto a bloccare le quattro persone rumene che avevano con sé i pochi euro che erano riusciti a “guadagnare”. I Carabinieri, dopo aver condotto nella caserma di Trevico le quattro persone fermate e aver accertato che non avessero commesso altri reati in quel territorio, hanno provveduto dapprima a deferirle in stato di libertà al Procuratore Capo di Ariano Irpino Dott. Luciano D’Emmanuele e in seguito ad avviare il procedimento per l’emissione a loro carico del foglio di via obbligatorio da quel comune. Le quattro persone rumene ora dovranno rispondere di concorso nell’impiego di minori nell’accattonaggio.

Condividi