IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Monteforte, tenta di rubare una moto al concessionario. Arrestato 25enne
Trasformano aree boscate in castagneti senza autorizzazione, nei guai in tre
BirrArt Sud, a Cesinali la kermesse dedicata alla birra artigianale campana
Conservatorio “Cimarosa”, la Provincia chiede la revoca dell’ordinanza comunale
Schianto tra moto e furgone, muore una 29enne
In carcere gli aguzzini di un imprenditore di Mercogliano, volevano appropriarsi di un appartamento
Avellino, perquisizioni nelle ville comunali: 45enne sorpreso a spacciare hashish
Si alza il sipario sul Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019, ad Avellino l'evento degli agronomi
Rubano i dati personali di un'anziana e stipulano contratti telefonici, tre denunce
Con l'auto a zig zag sul raccordo, nei guai 43enne di Avellino

 

Aggredisce un carabiniere, arrestato un 29enne

Si rifiuta di presentare i documenti identificativi

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un giovane di 29 anni è stato arrestato dai carabinieri di Solofra per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. Il tutto nasce da un normale controllo alla circolazione stradale operato dai militari, i quali hanno fermato il giovane a bordo di un’autovettura VolksWagen New Beetle di colore bianco. Alla richiesta di presentazione dei documenti di identificazione e di circolazione, il 29enne si è decisamente rifiutato attaccando verbalmente gli ufficiali. Inoltre, al veicolo mancava il contrassegno che attesta la copertura assicurativa. Mentre i carabinieri procedevano a verbalizzare il sequestro dell'auto, il giovane ha aggredito uno di loro strappandogli la giacca della divisa e si è dato alla fuga. Rincorso e bloccato dopo circa 100 metri di corsa a piedi, l’uomo a quel punto è stato tratto in arresto. Portato in caserma per l’identificazione, il giovane è stato finalmente generalizzato e, dall’esame della banca dati delle forze di polizia, è emerso che aveva diversi precedenti penali per furto aggravato, guida senza patente, estorsione in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, violazioni alla legge sugli stupefacenti, tanto che nel corso degli anni era già stato più volte condannato ed anche affidato in prova ai servizi sociali, con la sanzione accessoria dell’interdizione a vita dai pubblici uffici. L’uomo è stato accompagnato al Palazzo di Giustizia di Avellino per essere sottoposto al processo penale con rito per direttissima.

Condividi