IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Aggressione al carcere di Bellizzi, detenuti in ospedale
Nascondeva la droga nella playstation, nei guai 50enne
Ovini e bovini non registrati presso un'azienda: denunciato il titolare per truffa, ricettazione e falsità in atti
Avellino, appartamento in fiamme a Borgo Ferrovia
Aiello del Sabato, sorpresi a coltivare droga nei campi. Nei guai marito e moglie
Avellino, truffatore maldestro cade per le scale e si frattura un femore
Assalto in una gioielleria, razzia di orologi e oro. Bottino da quantificare
Tenta il suicidio assumendo psicofarmaci, 34enne salvata in extremis
Fiamme a un deposito, paura per i residenti della zona
Non corre pericolo di vita il 20enne colpito al volto con una mannaia da macellaio

 

Aggredisce un carabiniere, arrestato un 29enne

Si rifiuta di presentare i documenti identificativi

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un giovane di 29 anni è stato arrestato dai carabinieri di Solofra per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. Il tutto nasce da un normale controllo alla circolazione stradale operato dai militari, i quali hanno fermato il giovane a bordo di un’autovettura VolksWagen New Beetle di colore bianco. Alla richiesta di presentazione dei documenti di identificazione e di circolazione, il 29enne si è decisamente rifiutato attaccando verbalmente gli ufficiali. Inoltre, al veicolo mancava il contrassegno che attesta la copertura assicurativa. Mentre i carabinieri procedevano a verbalizzare il sequestro dell'auto, il giovane ha aggredito uno di loro strappandogli la giacca della divisa e si è dato alla fuga. Rincorso e bloccato dopo circa 100 metri di corsa a piedi, l’uomo a quel punto è stato tratto in arresto. Portato in caserma per l’identificazione, il giovane è stato finalmente generalizzato e, dall’esame della banca dati delle forze di polizia, è emerso che aveva diversi precedenti penali per furto aggravato, guida senza patente, estorsione in concorso, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, violazioni alla legge sugli stupefacenti, tanto che nel corso degli anni era già stato più volte condannato ed anche affidato in prova ai servizi sociali, con la sanzione accessoria dell’interdizione a vita dai pubblici uffici. L’uomo è stato accompagnato al Palazzo di Giustizia di Avellino per essere sottoposto al processo penale con rito per direttissima.

Condividi