IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Muore schiacciato dal trattore mentre ara i campi
Ambiente e territorio, seminario all’ex Carcere Borbonico di Avellino
Avellino, applicazione gratuita dei microchip ai cani. Appuntamento all'ingresso della villa comunale
Impianto di compostaggio di Teora, terminati i lavori. Domani la consegna. -
Bus Calitri-Avellino, la Provincia scrive all’azienda Di Maio: “La corsa delle 5,45 verso il capoluogo non va soppressa”
L'Irpinia trema: lieve scossa di terremoto a San Nicola Baronia
Truffe on line con PostePay, si fingono carabinieri e gli svuotano la carta
Meteo, dal 21 luglio nuova ondata di caldo africano
Consumare frutta secca aumenta il desiderio sessuale
Montoro, ingerisce soda caustica. Grave bimbo di 4 anni

 

Aggrediscono un connazionale, denunciati padre e due figli

I carabinieri in azione

(I carabinieri in azione)
(Foto: Carmine Bellabona)

Un padre e i due figli, di cui uno minorenne, di origine rumena, residenti da anni a Grottolella e con precedenti penali a carico, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino ed all’omologa Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli dai carabinieri della Stazione di Montefredane per aggressione nei confronti di un proprio connazionale di 38 anni. I fatti di reato a loro ascritti risalgono alla fine del mese scorso. Il motivo del contendere è stato il prestito di una branda, incivilmente preteso dal padre denunciato ad un suo connazionale, un 38enne operaio rumeno, residente anch’egli a Grottolella, ma senza alcun precedente penale ed anzi con una condotta esemplare. Alla secca negazione di quest’ultimo il pregiudicato (tra l’altro avvisato oralmente dall'Autorità Giudiziaria e più volte sia in carcere che agli arresti domiciliari) sia andato su tutte le furie, scagliandosi prima verbalmente contro l'uomo che impaurito si è rinchiuso in casa e poi aiutato, anche dai due figli, ha sfondato la porta dell'abitazione e ha aggredito il 38enne con calci e pugni. La furiosa aggressione dei tre ha comportato anche il danneggiamento di un'auto di un vicino oltre ad aver infranto i vetri di un'altra abitazione.

Condividi