IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Con l'auto a zig zag sul raccordo, nei guai 43enne di Avellino
Avellino, trasferimento del terminal bus in via Francesco Fariello. Ecco orari e corse
Peculato e falsificazione di valori bollati in 150 procedimenti, arrestato cancelliere
Finto maresciallo raggira un anziano e si fa consegnare 15mila euro
Rubavano i dati personali per attivare contratti telefonici e di fornitura di energia, due denunce
Sorpreso con un frustino,denunciato 50enne
Cesinali, investito mentre entra in farmacia. Ferito 30enne
“Le donne risorse chiave per lo sviluppo delle professioni”. L’agronoma irpina Natalia De Vito interviene al XII Convegno del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza
Si spaccia per avvocato e truffa un anziano, s'indaga
Asl Avellino, al via la campagna di inserimento gratuito del microchip a cani e gatti

 

Avellino, nessun allarme meningite all'istituto "Enrico Cocchia". La nota dell'Asl

Reparto

(Reparto )
(Foto: Irpiniareport)

Nessun allarme meningite alla scuola media "Enrico Cocchia" di Avellino. Il tredicenne che frequenta l'istituto ricoverato in ospedale per sospetta infezione da meningococco ora sta meglio. Si tratterebbe di infezione da pneumococco non contagiosa. Già dai primi tamponi effettuati è stata esclusa la patologia. Lo comunica in una nota l'Asl di Avellino che è stata affissa anche presso l'istituto avellinese e sul sito della scuola. di seguito il testo. "In riferimento al caso di meningoencefalite diagnosticato a carico di un alunno della scuola in oggetto si rappresenta che sulla base dei dati clinici e di laboratorio così come pervenuti dalla struttura di ricovero delle risultanze dell’inchiesta epidemiologica, viene esclusa la natura meningococcica della patologia. Pertanto, non sono necessari interventi di profilassi specifica a carico di contatti (compagni di classe e docenti) o particolari misure di bonifica di ambienti e arredi. Resta comunque valido il principio di garantire la salubrità degli ambienti attraverso ordinarie operazioni di pulizia giornaliera di superfici ed arredi con i comuni prodotti del commercio e adeguato arieggiamento dei locali". 

Condividi