IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Spacciavano eroina davanti alla scuola e alla villa comunale, arrestati due giovani
Avellino, si accende il Natale a Corso Europa. L'iniziativa dei commercianti
Assalto al portavalori, il maresciallo Gaeta riceve l'onorificenza dal prefetto Maria Tirone
Avellino, sventato furto a Rione San Tommaso. Preso uno dei ladri
Progetto Parkinson Avellino, l'evento di solidarietà "Pizza e Pasta in E...motion" in via Francesco Tedesco
Assenza di autorizzazioni, denunciato imprenditore conciario
Serino, 49enne ritrovato cadavere nella sua abitazione
Onorificenza al comandante provinciale dei vigili del fuoco Rosa D'Eliseo
Novolegno, in scadenza il contratto di solidarietà. Torna il rischio dei licenziamenti
Evasione fiscale, confiscati beni per oltre 348milioni di euro ad un imprenditore di Mercogliano

 

Avellino, rifiuta l'acquisto di droga: 16enne picchiato e rapinato

Presi gli aggressori

L'auto della polizia

(L'auto della polizia)
(Foto: Irpiniareport)

Gli Agenti della Sezione Volanti hanno denunciato in stato di libertà due giovani avellinesi, entrambi da poco maggiorenni, resisi responsabili di lesioni personali nonché di rapina. L’episodio è avvenuto nel centro di Avellino, in prossimità di uno dei tanti luoghi di aggregazione avellinese, allorquando i due giovani avvicinavano un minore cercando di convincerlo ad acquistare una dose di marijuana. Nella circostanza, il ragazzo, visibilmente spaventato, rifiutava in maniera più assoluta l’acquisto della sostanza stupefacente ma anziché essere lasciato in pace veniva aggredito violentemente da uno dei due con pugni al volto che gli provocavano la rottura del setto nasale. Nella circostanza l’altro aggressore, approfittando della colluttazione in atto, sottraeva al minore il portafogli, asportandogli la somma di 10 euro. Il violento episodio non passava inosservato tanto che immediatamente veniva allertato il 113. Gli Agenti di pattuglia dopo pochi minuti giungevano sul posto e dopo aver effettuato accertamenti lampo, provvedevano a trasportare il minore picchiato, che allo stato aveva il volto coperto dalla fuoriuscita di copioso sangue, presso il locale nosocomio dove gli veniva diagnosticata una prognosi di 30 giorni. Successivamente raccolti tutti gli elementi utili all’identificazione dei due aggressori, i poliziotti si ponevano al loro rintraccio che sortiva esito positivo nella tarda serata. I giovani, condotti in Questura, al termine degli accertamenti di rito, finalizzati soprattutto ad accertare la natura del movente, sono stati entrami deferiti all’A.G. per lesioni, mentre per uno dei due aggressori è scattata anche la denuncia per rapina.

Condividi