IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Baiano, violano obblighi di assistenza familiare nei confronti del proprio figlio. Denunciati

Si tratta di una coppia di coniugi rumeni

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carabinieri)

BAIANO - Nella giornata di ieri i carabinieri della Compagnia di Baiano ed in particolare i militari dell’aliquota Radiomobile del dipendente N.O.R.M., hanno proceduto alla denuncia di una coppia di coniugi romeni di Casalnuovo di Napoli, per violazione degli obblighi di assistenza familiare nei confronti del proprio figlio minorenne, classe 2001.
Il ragazzo veniva notato nella mattinata di ieri, dai militari di in sevizio di pattuglia, all’altezza della rampa di accesso dello svincolo del casello autostradale di Baiano, nel camminare a piedi in direzione del centro urbano: vista l’elevata pericolosità dello svincolo stradale, percorso da numerose autovetture, per tutelare l’incolumità dello stesso, veniva accompagnato in caserma per essere rifocillato e per poi accertarsi della sua identità e degli esercenti la potestà genitoriale, dato che era sprovvisto di documenti. In seguito, mediante appositi accertamenti si riusciva ad individuare ed a contattare i propri genitori che non riuscivano a fornire nessuna spiegazione dell’allontanamento del figlio.
Il minore veniva riaffidato ai genitori i quali venivano deferiti alla competente Autorità Giudiziaria.

Condividi