IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, maltrattava la mamma. Denunciata 20enne
Perseguitava e minacciava di morte la vicina di casa, nei guai anziano
Cesinali, l'oratorio in festa: serata all'insegna di musica e degustazione
Sorpreso con droga e spinelli, nei guai 23enne
Maxi sequestro di bombole gpl, nei guai un commerciante
Sequestrati due quintali di salumi, mozzarella e pasta fresca
Schianto nella notte sull'Ofantina, cinque feriti
Munizioni della Seconda Guerra Mondiale ritrovate in un fabbricato, s'indaga
Investe una donna e fugge. Rintracciato e denunciato il pirata della strada
Esaudito il desiderio della piccola Giovanna: video chiamata con i "Me contro Te"

 

Bloccati sull'A16 a bordo di un furgone con attrezzi da scasso e denaro contante

L'auto della Polizia Stradale

(L'auto della Polizia Stradale)
(Foto: Irpiniareport)

Fermati due marocchini a bordo di un Ducato con attrezzi da scasso e denaro contante. a bloccarl gli agenti della Polizia Stradale Sottosezione di Grottaminarda. Nello specifico verso le 13, due equipaggi in servizio di vigilanza sull’A16 Ba-Na intercettavano due veicoli nei pressi del km 82+000, in direzione Napoli, precisamente un’autovettura SEAT “Alambra” ed un autocarro FIAT “Ducato”, i quali viaggiavano a forte velocità creando seri pericoli alla circolazione stradale. Ai conducenti dei due veicoli veniva intimato l’alt ma costoro, incuranti, proseguivano la marcia a velocità sostenuta, nell’intento di eludere il controllo. Dopo un breve inseguimento il conducente dell’autovettura veniva raggiunto e bloccato, mentre l’autista dell’autocarro abbandonava il veicolo e, nell’estremo tentativo di sfuggire al controllo di Polizia, si dava a precipitosa fuga nei campi adiacenti il tratto autostradale, ma veniva prontamente raggiunto e bloccato dagli operatori. I due fermati, di nazionalità marocchina, con a carico svariati pregiudizi di Polizia, venivano sottoposti a perquisizione personale estesa anche ai veicoli, a bordo dei quali venivano rinvenuti attrezzi atti allo scasso, una somma di denaro di dubbia provenienza nonché il motore appartenente ad un’autovettura Jaguar, poi risultata rubata il giorno 02.12.2019 nella provincia di Pescara. Dopo gli accertamenti di rito i due extracomunitari venivano sottoposti a fermo di indiziati di delitto per il reato di ricettazione e, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, venivano associati presso la Casa Circondariale di Benevento.

Condividi