IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Raid nelle ville a Starze di Summonte. Rubati denaro, gioielli e oggetti di valore
Avellino, finalmente arriva il Natale in città. Da sabato l'allestimento delle luci
Spiava i propri dipendenti con telecamere nascoste, denunciato imprenditore agricolo
Sgominata banda di narcotrafficanti, 17 arresti. La droga sequestrata era destinata anche ad Avellino
Ordigni bellici nel torrente Salaco a Volturara
Choc ad Avellino in via Fratelli Bisogno, 54enne ritrovato cadavere
Avellino, studente investito da un'auto pirata a piazza Kennedy
Si alza il sipario su "Natale ad Aiello"
Condannato per furti, ai domiciliari 40enne
Lesioni e porto abusivo d'armi, in manette 30enne

 

Bruciano sterpaglie nonostante i divieti: 3 denunce a Mercogliano, Forino e Montoro

Incendio

(Incendio )
(Foto: Irpiniareport)

Residui vegetali bruciati anche poco distante dalle zone residenziali: altre tre persone sono state deferite alla competente Autorità Giudiziaria perché ritenute responsabili di Attività di gestione di rifiuti non autorizzata. I tre, nonostante il divieto di bruciatura nell’attuale periodo di rischio per gli incendi boschivi decretato dalla Regione Campania, erano intenti alla combustione di residui vegetali derivanti dalla lavorazione di alcuni fondi agricoli ubicati nei comuni di Forino, Mercogliano e Montoro. Tale condotta, oltre ad essere particolarmente pericolosa, provocava un evidente senso di fastidio e molestie alle persone per l’alta concentrazione di fumo nell’aria. I Carabinieri delle Stazioni Forestali di Forino (competente sul territorio di Forino e Montoro) e Summonte (competente su Mercogliano), alla luce degli elementi di colpevolezza raccolti, hanno dunque deferito i predetti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. I servizi predisposti dal Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino, volti al contrasto degli incendi boschivi e della pratica dell’abbruciamento dei residui forestali e vegetali continueranno ininterrottamente in tutta l’Irpinia.

Condividi