IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Violento temporale in Alta Irpinia provoca una frana, chiusa la strada provinciale 143 a Bagnoli
Cade dal ponteggio in un cantiere, operaio 47enne in prognosi riservata
Il neo sindaco di Cervinara Caterina Lengua positivo al Covid-19
Tentano di disfarsi della droga gettandola nel water, in manette due fidanzati
Covid-19 in Campania, torna l'obbligo della mascherina all'aperto. C'è l'ordinanza di De Luca
Una 48enne di Avellino è risultata positiva al Covid-19. Da luglio ad oggi i casi registrati sono 205
Coronavirus, chiuso il Comune di Cervinara. Avviata la sanificazione
Attraverso una mail rubano password e dati personali e gli svuotano il conto corrente
Coronavirus, registrati 6 contagi in Irpinia. Uno ricoverato in ospedale
Covid-19, altri 12 contagi in Irpinia: 2 ad Avellino

 

Cocaina nella cassaforte della camera da letto, arrestato 39enne di Montoro

Sequestrati 11 grammi

l'auto dei carabinieri

(l'auto dei carabinieri)
(Foto: Irpiniareport)

Con l’istituzione della Compagnia dei Carabinieri di Solofra sono stati ulteriormente intensificati i servizi nel montorese, nell’area solofrana e nel serinese, a vantaggio del controllo del territorio e del contrasto alla criminalità: decine di pattuglie (in divisa ed in borghese) per garantire la massima presenza di Carabinieri sul territorio, soprattutto durante le ore notturne e in quelle aree di maggior interesse, sia per prevenire i reati che per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario. Proprio nell’ambito di tali servizi, nelle ultime ore i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile e della Stazione di Montoro hanno eseguito svariate perquisizioni che hanno portato all’arresto di un 39enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile di Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito di un’attività info-investigativa, i Carabinieri hanno individuato nell’abitazione del predetto un possibile obiettivo di interesse nella lotta alla droga. Quando nella tarda setata di ieri gli operanti hanno bussato alla porta, l’uomo ha tentato di convincerli al fine di farli desistere dal prosieguo dell’attività. Ma i Carabinieri, non credendo alle sue parole, decidevano di procedere al controllo. L’idea di “averci visto giusto” trovava immediata conferma con il rinvenimento di 11 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 3.840 euro in contanti (probabile provento dell’illecita attività di spaccio), il tutto occultato in una piccola cassaforte nascosta nella camera da letto. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e per il 39enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, è scattato l’arresto per il reato di cui all’articolo 73 del D.P.R. 309/90. Il Comando Provinciale di Avellino assicura che questi servizi di controllo del territorio continueranno incessantemente, con l’obiettivo di contrastare ulteriormente l’illegalità diffusa e la criminalità, rafforzare la fiducia e fornire maggiore tranquillità al cittadino nel peculiare territorio.

Condividi