IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta
Grandine in Irpinia distrugge frutteti e vigneti, danni ingenti
Gestione illecita di prodotti alimentari, denuncia e sanzione per un'azienda agricola
Sbanda e finisce nella scarpata, ferita 35enne
Ancora fiamme sull'A16, s'incendia un'auto nel tratto di Monteforte. Paura per una famiglia
Maltrattamenti, minacce e percosse in famiglia: arrestato 47enne
40enne muore nei campi schiacciato dal trattore
Famiglia intrappolata nell'auto in fiamme, paura a Volturara Irpina

 

Continuava a percepire l'indennità di disoccupazione nonostante lavorasse, denunciato 40enne

Intervento dei carabinieri

(Intervento dei carabinieri)
(Foto: Carabinieri della Compagnia di Baiano)

“Truffa” e “Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, determinata dall’altrui inganno”: sono questi i reati di cui dovrà rispondere un 40enne di Altavilla Irpina, denunciato dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Avellino. Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nel capillare controllo del territorio teso a garantire rispetto della legalità finanche sui luoghi di lavoro, ancora troppo sovente scenari di incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto di normative e procedure di sicurezza. Nell’ambito di tali servizi, i Carabinieri del N.I.L., unitamente ai colleghi della Stazione di Altavilla Irpina, hanno proceduto al controllo di alcuni cantieri edili ed attività commerciali. In particolare, l’accesso ispettivo ad un opificio di Altavilla Irpina ha permesso di constatare la presenza del 40enne intento ad effettuare prestazioni lavorative. Dai successivi accertamenti è emerso che il soggetto, omettendo la prevista comunicazione all’INPS circa la sua nuova assunzione, continuava a percepire l’indennità NASPI (Nuova assicurazione sociale per l’impiego) da disoccupato. Alla luce delle evidenze emerse a carico del predetto è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Condividi