IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Bomba da mortaio in un castagneto, paura ad Ospedaletto
Altacauda, Alzacunda, Altavilla Irpina: Storia di Gentes Romane e fonti di acqua termale
Avellino, 65enne rinvenuta cadavere in Cavour: s'indaga
Affitti, 45 milioni per il sostegno alle famiglie
Le graduatorie misure 411 e Psr Campania 2014-2020, Federazione Agronomi: "Finanziare tutte le istanze e snellire le procedure"
Sequestro di persona, arrestato 60enne di Avella
Ai medici e agli infermieri del Moscati pizze in dono dalla Taverna De Gustibus di Cesinali
"Abella, Abellum, Abellinum": Colonie Romane tra antichi culti pagani e noccioleti
Rapina, ricettazione e riciclaggio di orologi di valore: arrestate 20 persone
Scossa di terremoto a Roma, paura nella capitale

 

Deposito illecito di pneumatici, denunciato il titolare dell'attività

Sequestrata l'area antistante l'esercizio commerciale. Circa 7000 pneumatici abbandonati

Cassonetti dei rifiuti

(Cassonetti dei rifiuti)
(Foto: Carmine Bellabona)

La Guardia di Finanza di Solofra, agli ordini del maresciallo aiutante Giovanni Caruso, ha posto sotto sequestro un'intera area adibita illecitamente a deposito di pneumatici fuori uso. Nell'ambito dei controlli finalizzati alla tutela ambientale, le Fiamme Gialle hanno riscontrato presso un esercizio commerciale di Montoro Inferiore, esercente l’attività di riparazione e sostituzione di pneumatici, che nello spazio antistante ne erano abbandonati diversi e il loro numero, già a prima vista, appariva ben al di sopra del quantitativo massimo (30 metri cubi) previsto dalla normativa vigente per quanto attiene il “deposito temporaneo” dei rifiuti sul luogo di produzione. I militari hanno subito provveduto alla quantificazione di quanto risultava esser stato depositato in maniera incontrollata, con pregiudizio per la salute dei dipendenti e del circondario. Dalla rilevazione è emerso che nell’area, nel corso degli anni, sono stati accumulati ben 6.750 pneumatici fuori uso che, su una superficie estesa per circa 250 metri quadri, superavano di gran lunga la soglia prevista dalle disposizioni raggiungendo quasi 375 metri cubi di rifiuti. In applicazione dell’articolo 256 (secondo comma) del decreto legislativo nr. 152/2006, al termine dell’attività, i finanzieri hanno proceduto al sequestro dell’area e di quanto in essa rinvenuto e contestualmente hanno effettuato la segnalazione all’autorità giudiziaria del titolare dell’attività commerciale, identificato in tale L.G. (di anni 43) di Montoro Superiore. Per quanto attiene i profili amministrativi, è stata anche applicata una sanzione pari a 6.240 euro e la segnalazione alla Provincia di Avellino ed al Sindaco di Montoro Superiore.

Condividi