IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scomparsa Lo Conte, Mocella (Confartigianato): "Garbo e determinazione lo distinguevano. Bisogna proseguire nel suo nome per rilanciare l'Irpinia"
Coronavirus, i casi in Irpinia arrivano a 329
Gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'agricoltura, Picariello: "Le filiere vitivinicole, florovivaistiche e lattiero-casearie le più colpite"
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"

 

Distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune, condannato operatore ecologico

toghe

(toghe)
(Foto: Irpiniareport)

È stato condannato il 40enne operatore ecologico che distrusse i beni dell'Ufficio Protocollo del Comune di Altavilla Irpina. All'epoca dei fatti si occupava dello spazzamento delle vie nel Comune di Altavilla Irpina, e finì sotto processo perché, in un momento di rabbia determinato dalla ritardata corresponsione dello stipendio, portatosi all'interno del Comune di Altavilla Irpina, aveva danneggiato il computer e la stampante dell'Ufficio Protocollo, rovesciandoli dalla scrivania e facendoli cadere a terra. Rinviato a giudizio per danneggiamento aggravato innanzi al Tribunale penale di Avellino, si è concluso il processo con la condanna a quattro mesi, pena sospesa, dell'uomo ed a risarcire i danni all'ente, il Comune infatti si era costituito parte civile col penalista irpino Danilo Iacobacci, le cui conclusioni e quelle del Pubblico Ministero di udienza, il VPO Angela De Nisco, sono state accolte dal Giudice Pierpaolo Calabrese. Il giovane è assistito dall'Avv. Alberico Villani.

Condividi