IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Scomparsa Lo Conte, Mocella (Confartigianato): "Garbo e determinazione lo distinguevano. Bisogna proseguire nel suo nome per rilanciare l'Irpinia"
Coronavirus, i casi in Irpinia arrivano a 329
Gli effetti dell'emergenza Coronavirus sull'agricoltura, Picariello: "Le filiere vitivinicole, florovivaistiche e lattiero-casearie le più colpite"
Coronavirus, il presidente Biancardi: “Entro venerdì la Provincia consegna i kit in vitro veloce per la diagnosi”
Covid-19, altri 6 contagi in Irpinia. Il bilancio sale a 228
Ruba un'auto, nei guai 28enne
Covid-19, sale il bilancio in Irpinia: 222 le persone contagiate
Sanificazione, Confindustria mette a disposizione strumenti e conoscenze
Coronavirus, 2 morti al Moscati
Emergenza Covid-19, Gambino (Usmia): "Tutelare gli operatori delle forze armate"

 

Dramma della gelosia: uccide la moglie a coltellate

E' accaduto a Carpi. L'uxoricida è un operaio irpino

La figlioletta della coppia, al momento della tragedia, dormiva nella sua cameretta. Indaga la polizia

La volante della Polizia

(La volante della Polizia)
(Foto: Carmine Bellabona)

Tragedia a Carpi, in provincia di Modena. Il fatto è accaduto questa mattina, poco prima delle sette. Un operaio di Avellino, da anni residente in Emilia Romagna, ha ucciso la moglie a coltellate. La vittima è Giuseppa Caruso, 45 anni, di origini siciliane, dipendente del comune modenese. Il dramma s'è consumato nell'abitazione della coppia, che viveva con la figlioletta di nove anni, la quale al momento dell'omicidio dormiva nella sua cameretta. Ad agire sarebbe stato Dario Solomita, 41 anni. E' stato lo stesso uxoricida a chiamare la polizia. Sul suo profilo Facebook giovedi' scorso, alla voce 'situazione sentimentale', aveva cambiato il proprio stato da 'sposato' a 'relazione complicata'. La coppia viveva da cinque anni al secondo piano della palazzina di via Lama a Carpi. Le indagini sono state affidate alla polizia.

Condividi