IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Fusione Moscati-Landolfi, D'Amelio: "Così migliora l'offerta sanitaria in Irpinia"
Avellino, s'inaugura la Centrale Operativa del Comando di Polizia Municipale
Annessione del "Landolfi" all' ospedale Moscati, conferenza sul decreto regionale
Fiamme in un deposito di materiale edile, s'indaga
Falsificano un assegno e incassano 700 euro, denunciati
Simula un incidente e tenta di truffare l'assicurazione, nei guai 35enne
Auto sbanda e si ribalta, anziana in ospedale
Trattativa Stato-Mafia, assolto Nicola Mancino
Fuoco prescritto, esperti portoghesi a confronto al Genio Civile di Avellino
Fiera di Venticano, tutto pronto per il taglio del nastro

 

Estrazione di materiale inerte in una cava, scatta il sequestro

L'auto dei carabinieri

(L'auto dei carabinieri)
(Foto: Carabinieri di Avellino)

I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno proceduto alla notifica di un decreto di sequestro emesso dalla Procura della Repubblica di Avellino a carico di due soggetti, responsabili a vario titolo della gestione di una cava. Tra il mese di giugno 2016 e lo scorso febbraio, i militari della Stazioni di Avella rilevavano un inspiegabile movimento nei pressi di una cava per estrazione e lavorazione di materiale inerte, che sapevano sottoposta a prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria con divieto di attività estrattiva: i sospetti trovavano conferma allorquando notavano uscire dalla citata area, due autoarticolati con un enorme carico di materiale inerte (successivamente quantificato in circa 120 tonnellate). Un successivo e più approfondito controllo permetteva di acclarare l’illegale attività posta in essere, in violazione al divieto imposto. Dell’illecita attività estrattiva ne veniva fatta comunicazione all’Autorità Giudiziaria che, condividendo i risultati info-investigativi dei militari operanti, emetteva apposito decreto di sequestro, notificato nella giornata di ieri con contestuale apposizione di sigilli a diversi macchinari e automezzi utilizzati rispettivamente per l’estrazione ed il trasporto del materiale inerte. Il risultato operativo è strettamente collegato alla capillare attività di controllo del territorio quotidianamente svolta dai militari del Comando Provinciale, tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Condividi