IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Beccati ad acquistare droga da un ciclista, nei guai due giovani avellinesi
Festa della Birra a Chiusano San Domenico, eccellenze gastronomiche irpine e buona musica
Avellino, furti di Suv in città. S'indaga
Auto sbanda e si ribalta, ferito un 42enne
Crisi Sidigas, Adoc e Federconsumatori: "Attenzione alle truffe"
Perde il controllo dell'auto e finisce nella scarpata, anziano in ospedale
Avellino, forava gli pneumatici e poi derubava gli automobilisti. Arrestato 30enne
Colto da malore, muore in uno stabilimento termale
Due giorni di festa ad Atripalda: Notte Bianca e artisti di strada in via Roma
Estorce denaro a due coniugi per l'acquisto di una casa messa all'asta

 

Finanza, si è spento il maresciallo Giacomo Caruso

Giacomo Caruso

(Giacomo Caruso)
(Foto: Irpiniareport)

Alle 5 della sera di ieri, presso il Policlinico "Agostino Gemelli" di Roma, si è spento il maresciallo aiutante Giacomo Caruso. Nato a Niscemi (Caltanissetta) l'11 marzo del 1967, è stato sopraffatto da un male incurabile che l'ha strappato all'affetto dei suoi cari e dei colleghi della Tenenza di Sant'Angelo dei Lombardi (ove prestava servizio dal 1993) e del Comando Provinciale tutto. Lascia il figliolo Julien di 11 anni e la signora Anna, che con forza e coraggio e determinazione è stata accanto al marito sino al suo ultimo respiro. Se le procedure burocratiche potranno esser concluse nella serata odierna, le esequie si terranno alle ore 16.00 di domani, 30 aprile 2011, presso la Chiesa Madre di Lioni (AV), cittadina irpina ove il militare aveva eletto domicilio (via Ronca nr. 49 - 83047 Lioni). In caso contrario tutto è spostato a domenica 1° maggio, con medesime modalità. Nell'unirmi al dolore della famiglia, voglio partecipare la vicinanza di tutte le Fiamme Gialle di Avellino che hanno visto in Giacomo un amico prima che un collega: chi gli è stato vicino mi ha chiesto di segnalare come nel suo caso non sia vero che l'importanza delle persone si realizza solo dopo la loro dipartita: il suo Comandante, i colleghi della Tenenza e tutti coloro che l'hanno conosciuto mi hanno testimoniato come siano sempre stati consapevoli della fortuna d'averlo accanto tutti i giorni, nella quotidianità dell'ufficio come nei momenti di svago sul campo di calcetto.

Condividi