IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Spacciavano eroina davanti alla scuola e alla villa comunale, arrestati due giovani
Avellino, si accende il Natale a Corso Europa. L'iniziativa dei commercianti
Assalto al portavalori, il maresciallo Gaeta riceve l'onorificenza dal prefetto Maria Tirone
Avellino, sventato furto a Rione San Tommaso. Preso uno dei ladri
Progetto Parkinson Avellino, l'evento di solidarietà "Pizza e Pasta in E...motion" in via Francesco Tedesco
Assenza di autorizzazioni, denunciato imprenditore conciario
Serino, 49enne ritrovato cadavere nella sua abitazione
Onorificenza al comandante provinciale dei vigili del fuoco Rosa D'Eliseo
Novolegno, in scadenza il contratto di solidarietà. Torna il rischio dei licenziamenti
Evasione fiscale, confiscati beni per oltre 348milioni di euro ad un imprenditore di Mercogliano

 

Fuggono con la cocaina, scatta l'inseguimento

Nei guai 4 giovani

I carabinieri di Monteforte Irpino

(I carabinieri di Monteforte Irpino)
(Foto: Irpiniareport)

I carabinieri della Compagnia di Baiano, nell’ambito dei predisposti servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno denunciato in stato di libertà quattro persone ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico, i militari dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di specifica attività di controllo del territorio, hanno notato un’autovettura che, alla vista della “Gazzella” effettuava una manovra improvvisa per sottrarsi al controllo. Quell’azione non è sfuggita ai militari che dopo un breve inseguimento sono riusciti a fermare l’auto sospetta con a bordo tre uomini ed una donna. L’immediata perquisizione personale e veicolare, ha permesso agli operanti di rinvenire e sottoporre a sequestro tre dosi di eroina, tre di crac, due di cocaina nonché delle siringhe monouso. I quattro, dell’età compresa tra i 25 ed i 45 anni, di cui due di Monteforte Irpino e due provenienti dalla limitrofa provincia di Napoli, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo. Inoltre, attesa l’illiceità della condotta posta in essere che rendeva ingiustificata la loro presenza in quel Comune, gli stessi venivano proposti per l’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

Condividi