IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Tumore al seno e al collo dell'utero, parte da Avellino il tour del Camper della Salute
Grande successo per il 3° Torneo di Tennis "Carmine Spina"
Autostrada A16, chiuso da stasera il tratto tra Avellino Ovest – Baiano
Rissa tra due famiglie, denunciati in otto
Nuovo raid al cimitero di Avellino, ladri in azione con la sega circolare
Crolla una casa per il vento e spuntano due ordigni bellici nelle pareti
Lancia acido muriatico contro la vicina: arrestato 65enne di Lapio
Cesinali, casa in fiamme: paura alla località Nocelleto
Provincia, assegnate le deleghe ai consiglieri. Il presidente Biancardi ha firmato il decreto
Avellino, maxi sequestro di pesce e molluschi. Denunciato 41enne

 

Giovane accoltellato in strada, arrestato l'aggressore. Si tratta di un 41enne di Montefredane

Il coltello sequestrato dai carabinieri

(Il coltello sequestrato dai carabinieri)
(Foto: Carabinieri della Compagnia di Avellino)

I Carabinieri della Stazione di Montefredane, unitamente ai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Avellino, hanno tratto in arresto un 41enne del luogo ritenuto responsabile dei reati di tentato omicidio, lesioni personali aggravate nonché porto di armi od oggetti atti ad offendere. I fatti sono accaduti a Montefredane nella nottata di ieri, allorquando un 25enne del posto veniva aggredito sulla pubblica via: trasportato al “Moscati”, veniva giudicato con una decina di giorni di prognosi per ferite da arma da taglio alla testa ed alla mano. I Carabinieri, immediatamente intervenuti, rinvenivano sul posto il grosso coltello utilizzato nell’aggressione, che si presentava spezzato all’altezza del manico. L’indagine volta ad individuare il responsabile si è subito rivelata assolutamente frenetica ed incisiva. Attraverso l’acquisizione di utili informazioni nonché l’analisi di utili elementi raccolti in sede di sopralluogo, i Carabinieri sono riusciti ad individuare il presunto responsabile: si tratta di un soggetto già noto alle Forze dell’Ordine, gravato da precedenti di polizia principalmente per reati contro la persona il quale, per futili motivi, attraverso uno scambio di whatsapp sfidava il giovane compaesano sulla pubblica via ove, dopo l’animata discussione, lo colpiva con il coltello. E subito dopo, alla guida del suo veicolo avrebbe anche tentato di investire il ferito. Rintracciato presso la sua abitazione, il soggetto veniva condotto in Caserma e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino.

Condividi