IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Avellino, al via il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. L'evento promosso dagli agronomi irpini
Avellino, ruba l'identità dello zio per incassare il denaro del libretto postale. Arrestato 46enne
Cesinali, successo e partecipazione per la Passeggiata Ecologica organizzata dai bambini della scuola primaria
Incassa i risarcimenti dei propri clienti, nei guai avvocato 45enne
Il ministro Lezzi in Irpinia, ecco le tappe
Bilancio, assemblea dei sindaci a Palazzo Caracciolo
Minacce al comandante Arvonio, la solidarietà del presidente Biancardi
In trasferta da Foggia per commettere furti in Irpinia, fermati 5 pregiudicati
Ruba i dati di una carta di credito per acquistare il televisore, nei guai una 45enne
Tangenti per pilotare le sentenze, 14 arresti. Coinvolti due irpini

 

In auto con pistola e munizioni illegali, arrestato

Controlli dei carabinieri in Irpinia

(Controlli dei carabinieri in Irpinia)
(Foto: Irpiniareport)

I Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di armi e munizioni ai sensi del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, hanno deferito in stato di arresto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino un 54enne, operaio dell’hinterland irpino, per “detenzione e porto illegale di arma comune da sparo e munizionamento”. In particolare, i militari della Stazione di Sant’Andrea di Conza, nella decorsa notte, durante un servizio di controllo del territorio, individuavano un’autovettura che attirava la loro attenzione per via dell’andatura particolarmente circospetta del conducente. Nel corso del controllo di polizia, i Carabinieri procedevano a perquisizione, a esito della quale, il conducente veniva trovato in possesso di una pistola semiautomatica calibro 6,35 con relativo munizionamento, di cui ne aveva denunciato la sola detenzione presso la sua abitazione. Successiva perquisizione domiciliare, permetteva ai Militari di rinvenire ulteriori otto cartucce cal. 7,65, detenute illegalmente. L’arma e le munizioni in argomento, venivano sottoposte a sequestro. Il prevenuto, al termine delle formalità di rito, veniva associato presso la sua dimora agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo previsto nella mattinata odierna.

Condividi