IRPINIAREPORT | quotidiano online di Avellino Capoluogo e dell'Irpinia
Redazione    Registrazione
Sospensione del servizio idrico in Irpinia, ecco dove
Cesinali, c'è il Servizio Civico: ecco il lavoro di pubblica utilità
Odaf Avellino, il vicepresidente Antonio Capone nominato Miglior Agronomo d'Italia 2020
Perde il controllo e si schianta contro il muro, paura per due anziani sull'A16
Auto sbanda e si ribalta, ferita una ragazza
Ragazzina beve alcolici e finisce in ospedale, denunciato il titolare del bar
Serino, sequestrati 800 grammi di droga occultata in casa. Un arresto e due denunce
Allerta meteo in Campania, pioggia e vento anche in Irpinia
Danni al comparto agricolo per la grandinata, Ordine Agronomi Avellino: "Proclamare lo stato di calamità naturale e disporre aiuti alle imprese"
Ofantina, al via i lavori in località Montechiuppo a Manocalzati. Code nelle ore di punta

 

La denuncia della Uil: "Infortunio sul lavoro, servono più controlli"

L'organizzazione sindacale sollecita un giro di vite

Il simbolo Uil

(Il simbolo Uil)
(Foto: Irpiniareport)

A seguito del nuovo infortunio sul lavoro in un cantiere edile irpino, il settore di competenza della Uil alza la voce:

"Assistiamo all’ennesimo infortunio sul lavoro nella provincia di Avellino. L’Operaio Nicola Macchia, di 46 anni di Picarelli, Avellino, nelle prime ore di questa mattina è precipitato dall’impalcature dov’era intento a svolgere le proprie mansioni di tutti i giorni. Assunto da poco tempo con un'impresa impegnata nella ristrutturazione di un condominio in Via Campane Avellino, ha perso l’equilibrio ed ha riportato numerose fratture gravi. La sicurezza e i suoi luoghi di lavoro continua ad essere un miraggio in Irpinia. Questo è dovuto anche e sopratutto ai notevoli ribassi d’asta che si utilizzano nel settore edile. Per questo la scrivente O.S. chiede l’intervento delle autorità competenti per accertare eventuali responsabilità. Chiediamo a gran voce che si ripristini il tavolo costituito presso la Prefettura con la convocazione delle parti in tempi brevi, l’applicazione del protocollo sulla Sicurezza e legalità sottoscritto presso l’amministrazione Provinciale e dal Comune capoluogo. Evidentemente non produce voti ed è finito nel dimenticatoio. Inoltre non bisogna rallentare l’attività di controllo e prevenzione proprio nel periodo estivo. Siccome gran parte dei cantieri attualmente operanti sul territorio riguardano ristrutturazioni di condomini con fasi di lavorazioni ad alta quota, bisogna aumentare i controlli e verificare l’applicazione delle norme di Sicurezzae delle norme contrattuali soprattutto rispetto alle assunzioni par-time e giornaliere . Considerato si sta diffondendo sul territorio l’utilizzo di lavoratori edili assunti per un solo giorno a settimana e per il resto a nero, maggiormente da parte di Imprese provenienti da fuori provincia. Il tutto per avere maggior recupero di introiti economici a discapito dei lavoratori e della qualità del lavoro stesso. La prevenzione e l’informazione nel nostro settore resta l’unica cura possibile. Vi è infatti la possibilità di utilizzare gli Enti Paritetici quale la Scuola Edile e il CPT a costo Zero per le imprese iscritte contrattualmente Il Sindacato continuerà a fare la sua parte, non basta correre ai ripari solo quando succedono questi fatti gravi, da parte di tutte le istituzioni a vari livelli. E’indispensabile il contributo e la massima collaborazione di tutti. Rivolgo un sentito augurio a Nicola per una presta guarigione, e un pensiero di solidarietà e vicinanza per i momenti tristi che sta vivendo in queste ore la propria famiglia".

Condividi